Chimonanthus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Chimonanthus
Chimonanthus 1.png
Chimonanthus praecox
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Magnoliidi
Ordine Laurales
Famiglia Calycanthaceae
Genere Chimonanthus
Lindl., 1819
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Laurales
Famiglia Calycanthaceae
Genere Chimonanthus
Specie
Chimonanthus praecox

Chimonanthus Lindl., 1819 è un genere di piante angiosperme appartenente alla famiglia Calycanthaceae[1], originario dell'Asia.

Il nome viene dal greco e significa "fiore d'inverno" (χειμών = inverno) con riferimento alla fioritura invernale di questi arbusti alti da 1,5 a 5 m, dalle foglie perenni o caduche.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Chimonanthus comprende le seguenti specie:[1]

  • Chimonanthus campanulatus R.H.Chang & C.S.Ding - arbusto a foglie persistenti e rami pubescenti, alto 3–5 m, porta fiori gialli non profumati;
  • Chimonanthus grammatus M.C.Liu - arbusto a foglie persistenti dai fiori gialli alto 4–5 m;
  • Chimonanthus nitens Oliv. - originario di Cina e Giappone, arbusto o piccolo albero sempreverde, con foglie opposte verde scuro, fioritura autunnale all'ascella delle foglie, con fiori solitari, dai lunghi petali acuminati di colore bianco o giallastro, profumatissimi;
  • Chimonanthus praecox (L.) Link. - originario della Cina, arbusto cespuglioso alto dai 2 ai 4 m, con fusti eretti e ramificati, foglie larghe e caduche, ovate, fiori ascellari, di colore giallognolo con sfumature e screziature porporine o rosso-brunastre, molto profumati, fiorisce in pieno inverno anche in presenza di gelo;
  • Chimonanthus salicifolius S.Y.Hu
  • Chimonanthus zhejangensis M.C.Liu

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Preferisce esposizione non troppo soleggiata o semi ombreggiata, clima fresco, terreno soffice e permeabile e soffre i suoli calcarei.

Eventuali potature di sfoltimento vanno effettuate dopo la fioritura.

La moltiplicazione avviene con la semina a fine estate, per mezzo di margotta in ottobre, per divisione dei polloni in primavera o per talea sempre nei primi mesi di autunno.[2]

Avversità[modifica | modifica wikitesto]

Subiscono frequentemente attacchi di afidi; meno frequentemente possono essere colpiti da acari o cocciniglie.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il calicanto è una pianta con fiori piccoli e poco appariscenti, ma molto profumati. Il calicanto è utilizzata come pianta ornamentale nei giardini per la profumata fioritura invernale, e viene coltivato industrialmente per la produzione di rami fioriti recisi per decorare gli appartamenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Chimonanthus Lindl., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 22 gennaio 2021.
  2. ^ Calicanto: Consigli, Coltivazione e Cura, in L'eden di Fiori e Piante, 21 novembre 2017. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica