Chiesa di Santa Maria di Caravaggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Santa Maria di Caravaggio
Chiesa di Saint Maria di Caravaggio - panoramio.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
LocalitàCoA Città di Napoli.svg Napoli
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareMaria
Arcidiocesi Napoli
Stile architettonicobarocco

Coordinate: 40°51′00.24″N 14°14′58.68″E / 40.850066°N 14.249632°E40.850066; 14.249632

La chiesa di Santa Maria di Caravaggio di Napoli, ubicata in piazza Dante, fu costruita nel 1627 grazie alle donazioni di Felice Pignella.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'interno a pianta centrale

Il tempio venne consacrato alla Natività di Maria, ed in seguito dedicato a Santa Maria di Caravaggio, una cittadina della provincia bergamasca dove, nel 1432, vi era stata un'apparizione della Vergine.

Il convento fu trasformato in una scuola, affidata dapprima ai Padri Scolopi e poi ai Barnabiti, nel 1873 passò all'Istituto "Principe di Napoli" di Domenico Martuscelli (ricordato da un busto nei giardinetti poco distanti) per giovani non vedenti.

La chiesa è composta da un'unica navata ed ha una forma ellittica. Sull'altare maggiore vi è il dipinto di Gaetano Gigante raffigurante la Nascita di Maria (del 1806). Nelle tre cappelle di destra troviamo: dipinti di San Giuseppe eseguiti da Francesco Solimena; la Madonna della Provvidenza del XVIII secolo e la Deposizione dalla Croce di Domenico Antonio Vaccaro.

Invece, nelle tre cappelle di sinistra sono conservati: il dipinto di Sant'Antonio Zaccaria, opera di Luigi Scorrano; la tomba di San Francesco Saverio Maria Bianchi; una statua lignea della Madonna Addolorata; infine il dipinto dell'Apparizione della Vergine alla contadina del paese di Caravaggio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincenzo Regina, Le chiese di Napoli. Viaggio indimenticabile attraverso la storia artistica, architettonica, letteraria, civile e spirituale della Napoli sacra, Newton e Compton editore, Napoli 2004.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN312669370