Chiesa di Sant'Ambrogio (Reggio Emilia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Ambrogio
RiValta(RE) 203.jpg
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
LocalitàRivalta (Reggio Emilia)
Coordinate44°39′35.28″N 10°35′06.86″E / 44.659799°N 10.585239°E44.659799; 10.585239
Religionecattolica di rito romano
TitolareSant'Ambrogio
ArchitettoGiuseppe Fontana
Luigi Croppi
Inizio costruzione1832
Completamento1848

La chiesa di Sant'Ambrogio è la parrocchiale di Rivalta, in provincia di Reggio Emilia e diocesi di Reggio Emilia-Guastalla[1]; fa parte del vicariato urbano di Reggio Emilia[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La presenza di una chiesa a Rivalta è attesta già nel IX secolo[3]; nel 1144 venne elegata al rango di pieve[3] e nel 1302 risultava essere dipendente dalla chiesa di Sant'Ilario[1].

La chiesa e lo spazio circostante

La prima pietra della nuova parrocchiale venne posta nel 1832[1][3]; l'edificio, il cui progetto, realizzato da don Giuseppe Fontana e modificato da Domenico Taddei, fu poi affidato a Luigi Croppi[1][3], venne portato a termine nel 1848[1][3].
Nel 1849 fu eretto il campanile e nel 1861 venne ultimata la facciata[1].

Nel 1987 una scossa di terremoto arrecò alcuni danni alcuni alla chiesa, che venne poi ristrutturata e consolidata in due fasi, nel 1989 e poi dal 1994 al 1995[1].
Nel 1996 un nuovo terremoto interessò l'edificio, il quale subì un intervento di restauro tra il 2002 e il 2003[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Facciata[modifica | modifica wikitesto]

La facciata della chiesa, che guarda ad oriente, è sparita da due lesene ioniche, poggianti su un basamento[1]; sopra il portale si apre una finestra di forma semicircolare, sopra la quale vi sono la trabeazione e un attico caratterizzato da un piccolo oculo[1].

Interno[modifica | modifica wikitesto]

L'interno della chiesa è costituito da un'unica navata sulla quale s'aprono le cappelle laterali[1]; l'aula termina col presbiterio, a sua volta chiuso dall'abside semicircolare[1].
Opere di pregio qui conservate sono due tele raffiguranti San Giuseppe con il bambino e i Santi Luigi, Eurosia e Giovannino, risalente al 1771[3], e la Madonna del Bambino assieme ai Santi Filippo Neri, Lucia, Liberata e Giulia, entrambe eseguite da Francesco Camuncoli[3], che realizzò anche lo stendardo da processione in cui è rappresentata la Madonna con il Bambino e i Santi Domenico e Ambrogio[3], e il settecentesco coro in legno, originariamente collocato nella soppressa chiesa reggiana di Sant'Ilario[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l Chiesa di Sant'Ambrogio <Rivalta, Reggio Emilia>, su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  2. ^ Parrocchia di "S. Ambrogio Vescovo e D.", su diocesi.re.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  3. ^ a b c d e f g h i LA CHIESA, su padremisericordioso.com. URL consultato il 2 ottobre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]