Chiesa di San Pietro in Briano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Pietro in Briano
San Pietro Briano.jpg
La chiesa di San Pietro in Briano
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
LocalitàCazzano di Tramigna
Religionecattolica
TitolareSan Pietro
Diocesi Verona
Stile architettonicoromanico

Coordinate: 45°28′37.09″N 11°12′23.98″E / 45.47697°N 11.20666°E45.47697; 11.20666

La chiesa di San Pietro in Briano è un piccolo santuario del XII-XIII secolo che si trova in Val Tramigna presso la località Brian nel comune di Cazzano di Tramigna, in provincia di Verona. La chiesa prende il nome dal colle di San Pietro su cui sorge.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È una chiesa in stile romanico. Da documenti della fine del Seicento risulta che era affidata alla cura di un eremita che viveva in una casetta attigua (oggi non più esistente); con la legge d'incameramento dei beni ecclesiastici del 1866, ridotto l'eremita a vivere della sola questua, la chiesa fu lasciata alla mercé di tutto e tutti. Dopo la II guerra mondiale, l'edificio venne restaurato. Presenta numerosi affreschi databili al XIV secolo (ci son ben tre strati all'interno) sia sulla parete esterna (recentemente restaurati) che all'interno; sull'altare due statue di fattura moderna raffiguranti i santi Pietro e Paolo sostituiscono quelle, di stesso soggetto ma in pietre colorate, che furono rubate anni fa. In alto era presente una tela (abbastanza rovinata ma recentemente restaurata) con soggetto san Pietro tra i santi Bartolomeo e Giorgio (oggi nella cappella feriale - denominata popolarmente oratorio - attigua alla chiesa parrocchiale di Cazzano).

L'edificio è aperto ufficialmente una volta all'anno in occasione della solennità liturgica dei santi Pietro e Paolo; ci si arriva passando il centro di Cazzano e seguendo le indicazioni per la stessa chiesetta e per Montecchia di Crosara (strada ad un chilometro circa a nord dalla piazza del paese).

Non si hanno dati certi sul periodo di costruzione ma risale probabilmente al XII o XIII secolo. Nel corso del tempo fu più volte abbandonata e restaurata.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]