Charlie Chan e la casa senza chiavi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charlie Chan e la casa senza chiavi
Titolo originale The House Without a Key
Altri titoli Charlie Chan e la casa senza chiave[1]
La casa senza chiavi[1]
Autore Earl Derr Biggers
1ª ed. originale 1925
1ª ed. italiana 1973[1]
Genere romanzo
Sottogenere giallo
Lingua originale inglese

Charlie Chan e la casa senza chiavi (The House Without a Key) è uno dei romanzi polizieschi di Earl Derr Biggers, il primo del ciclo di Charlie Chan, l'investigatore di origine cinese in forza al dipartimento di polizia di Honolulu. Chan è noto per i suoi metodi investigativi pacati ed ispirati ai dettami di saggezza orientale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dan Winterslip viene pugnalato al cuore mentre dorme sulla veranda della sua casa alle Hawaii. Il nipote, John Quincy Winterslip, è arrivato lì poco tempo prima per una breve vacanza: è fidanzato con la sofisticata Agatha, ed è erede di una facoltosa famiglia, impegnato in attività finanziarie. Charlie Chan deve indagare sull'assassinio di Winterslip, membro di una famiglia originaria di Boston, la cui fortuna economica ha oscure origini.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Charlie Chan e la casa senza chiave, traduzione di Caterina Longanesi, Collana L'Oscar del crimine n.446, Milano, Mondadori, marzo 1973, pp. 268.
  • Charlie Chan e la casa senza chiavi, Collana Il Giallo economico classico n.63, Gruppo Newton, 1995, pp. 160.
  • Charlie Chan e la casa senza chiavi, traduzione di G. Viganò, Collana I bassotti, Polillo, 2004, pp. 302, ISBN 88-8154-214-5. Collana I Gialli n.13 del Corriere della Sera, RCS Quotidiani, 2013; Collana Oscar Gialli, Mondadori, Milano, 2016, ISBN 978-88-046-6221-1.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Catalogo SBN, sbn.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]