Ceviana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In geometria, una ceviana è genericamente un segmento che congiunge un vertice del triangolo al suo lato opposto, o al suo prolungamento; mentre con retta ceviana si intende per estensione la retta su cui giace.

Particolarmente importanti sono le ceviane concorrenti in un unico punto, detto appunto ceviano – le cui condizioni di sufficienza sono dettate dal teorema di Ceva – designando sui lati opposti anche tre punti che sono i vertici del relativo triangolo ceviano il cui circumcerchio è detto cerchio ceviano.

Lunghezza[modifica | modifica wikitesto]

Un triangolo con una ceviana di lunghezza d

Teorema di Stewart[modifica | modifica wikitesto]

La lunghezza di una ceviana può essere calcolata con il teorema di Stewart. Nella figura, la lunghezza della ceviana è data dalla formula:

Mediana[modifica | modifica wikitesto]

La ceviana può essere una mediana. In questo caso la sua lunghezza è data dalla formula:

oppure

da cui

In questo caso

Bisettrice[modifica | modifica wikitesto]

La ceviana può essere una bisettrice. In questo caso la sua lunghezza è data dalla formula:

e[1]

e

dove semiperimetro s = (a+b+c)/2.

Il lato di lunghezza a è diviso secondo la proporzione b:c.

Altezza[modifica | modifica wikitesto]

La ceviana può essere una altezza del triangolo. In questo caso la sua lunghezza è data dalla formula:

e

dove semiperimetro s = (a+b+c)/2.

Ceviane concorrenti[modifica | modifica wikitesto]

O è il punto ceviano e AA', BB' e CC' sono le ceviane

Tre ceviane concorrenti individuano un punto ceviano che può essere sia interno che esterno al perimetro del triangolo; nel primo caso anche tutti e tre le ceviane sono interne alla figura, invece quando è esterno solo una rimane interna e lo raggiunte solo le prolungato, mentre le altre due incrociano direttamente il punto e intersecano i prolungamenti dei lati

O è il punto ceviano e AA', BB' e CC' sono le ceviane

È possibile determinare anche la lunghezza della ceviane concorrenti avendo coordinate trilineari (α, β, γ) del punto di concorrenza, le lunghezze dei rispettivi lati a, b e c i lati del triangolo, attraverso la seguente formula:

dove lx indica il lato e ωx la coordinata trilineare relativa del punto.

Il punto di concorrenza inoltre segna sulle tre ceviane tre rapporti ri tra la sua distanza dal vertice I e il punto di intersezione col lato opposto:

; ;

Per questi rapporti valgono le seguenti relazioni di somme e prodotto:

i cui valori sono rispettivamente ≥6 e a ≥8.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Johnson, Roger A., Advanced Euclidean Geometry, Dover Publ., 2007 (orig. 1929), p. 70.
  2. ^ Honsberger. Episodes in Nineteenth and Twentieth Century Euclidean Geometry. Washington, Math. Assoc. Amer. 1995 pp. 138-141

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica