Cerice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Cerice era il nome di uno dei figli di Eumolpo e Selene.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che il padre morì, divenne lui il nuovo sacerdote del culto di Demetra. Nella rappresentazione della cerimonia della divinità successivamente alla sua morte, esisteranno delle figure particolari dette appunto “cerici”.

Interpretazione e realtà storica[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome significa “araldo”. Si tramanda che fu lui a fondare due stirpi di sacerdoti legati al culto di Demetra che realmente esistettero in Grecia nel IV secolo a.C., gli "Eumolpidae" (dal nome del padre) e i "Kerykes" (dal proprio nome).

Pareri secondari[modifica | modifica wikitesto]

Secondo altre versioni del mito, i suoi genitori erano altri: Aglauro ed Ermes. Secondo altre versioni, Aglauro ed Ermes sarebbero i nonni, ossia i genitori di Eumolpo, al posto di Poseidone e Chione. Potrebbe trattarsi di due Cerice distinti, cugini: il primo figlio di Eumolpo figlio di Poseidone, il secondo figlio di Ermes figlio di Zeus.

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Cerice, chiamato "Ceryx", è il nemico che Kratos affronta in God of War: Betrayal. Qui è indicato come figlio di Ermes e messaggero degli dèi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Moderna[modifica | modifica wikitesto]

  • Luisa Biondetti, Dizionario di mitologia classica, Milano, Baldini&Castoldi, 1997, ISBN 978-88-8089-300-4.
  • Pierre Grimal, Enciclopedia della mitologia 2ª edizione, Brescia, Garzanti, 2005, ISBN 88-11-50482-1. Traduzione di Pier Antonio Borgheggiani

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca