Centro Internazionale di Sindonologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Centro Internazionale di Sindonologia (Cis), con sede a Torino, in via San Domenico, è un organismo che intende promuovere, coordinare e sviluppare studi, ricerche e iniziative riguardanti la Sindone in Italia e all'estero.

La chiesa del Santo Sudario di Torino, costruita dalla Confraternita del Santo Sudario

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro Internazionale di Sindonologia viene fondato nel 1959 per volontà della Confraternita del Santo Sudario di Torino: il suo statuto venne approvato dal cardinal Maurilio Fossati l'8 dicembre di quell'anno. La sua nascita non è casuale, ma è direttamente collegata al precedente sodalizio denominato Cultores Sanctae Sindonis, fondato nel 1936 sempre sotto l'egida della Confraternita: l'attività dei Cultores, diventata con il tempo assai impegnativa, rese necessaria la creazione del Cis; lo stesso anno 1959 venne dato alle stampe il primo numero della rivista Sindon.

Il Cis si articola in Delegazioni regionali (per quanto concerne l'Italia) e nazionali (per l'estero) ed è uno dei punti principali per quanto riguarda lo studio della Sindone nel mondo.

La Biblioteca[modifica | modifica wikitesto]

Punto di forza del Cis è la ricchissima biblioteca di tema sindonico. Unica, per via della sua specificità, raccoglie materiale edito dal XVI secolo, da quando la Sindone arrivò a Torino: importante è il testo di Filiberto Pingone del 1578, Sindon Evangelica. Importante è anche il materiale del cosiddetto Fondo Pia, documentazione assai rara relativa al periodo immediatamente successivo alla prima fotografia della Sindone, ad opera dell'avvocato Secondo Pia nel 1898.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno Barberis Massimo Boccaletti, Nel nome della Sindone. La Confraternita del SS. Sudario della fondazione (1598) ad oggi, Effatà editrice, Cantalupa, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]