Castel San Lorenzo Moscato lambiccato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castel San Lorenzo
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)100 q
Resa massima dell'uva70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
11,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
13,5%
Estratto secco
netto minimo
17,0‰
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
06/11/1991  
Gazzetta Ufficiale del23/09/1992,
n 224
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Il Castel San Lorenzo Moscato lambiccato è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Salerno, in particolare nel paese di Castel San Lorenzo.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: paglierino più o meno intenso.
  • odore: caratteristico, delicato.
  • sapore: dolce, vellutato, armonico.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Questo vino è prodotto da più di cent'anni con una particolare tecnica, il lambicco da cui prende il nome. L'uva viene raccolta e posta in cassette di legno dove resta fino a quando il graspo da verde diventa marrone (fase di essiccazione) per poi essere pigiata e dopo alcuni giorni pressata. La fase più importante è il delicatissimo passaggio nei "cappucci" di cotone (lambicchi) che goccia dopo goccia regalano questo vino.

Era il vino della festa contadina, quello della domenica quando finalmente si mangiava seduti a tavola, dedicato ai dolci, in genere quelli secchi più simili al pane che ai grandi della pasticceria napoletana, durante le feste natalizie.

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Dolci secchi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • nessun dato disponibile
Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici