Casinò di Campione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Casinò Campione d’Italia è la più grande azienda di Campione d'Italia, l’exclave italiana in provincia di Como racchiusa nel Canton Ticino svizzero e situata sulla costa orientale del lago di Lugano.

Il Casinò è per dimensioni la più grande casa da gioco d’Europa[1] e propone diversi tipi di attrazioni. Nell’ambito del gioco dispone di slot machine, tavoli da roulette, Black Jack, Chemin de fer, Baccarà, poker, oltre a una sala per le scommesse sportive. Per la parte di intrattenimento offre spettacoli, concerti, gran galà e servizi di ristorazione grazie alla presenza di due ristoranti interni. Recentemente ha aperto la sua versione online che consente il gioco digitale in diretta live.

Storia e curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Casinò Municipale di Campione fu fondato nel 1917, in piena I Guerra Mondiale, rimase aperto per due anni poi chiuse il 19 luglio 1919. Riaprì definitivamente alcuni anni più tardi, il 2 marzo 1933. Da allora porta avanti la sua dedizione al gioco e al divertimento, attività che nel 2013 ha compiuto 80 anni[2].

Si parlò del casinò nel 2006 quando il figlio dell'ultimo Re d'Italia, Vittorio Emanuele di Savoia, venne accusato di associazione a delinquere per riciclaggio di denaro attraverso la struttura, accusa da cui è stato assolto perché “il fatto non sussiste”, come dichiarato dal gup del Tribunale di Roma[3].

Il 9 maggio 2007, nelle immediate vicinanze della prima sede, è stato inaugurato il nuovo palazzo. Il progetto è stato creato dall’architetto svizzero Mario Botta, per un costo d’impresa generale di circa 140 milioni di franchi svizzeri, e una spesa complessiva di circa 193 milioni di franchi svizzeri (pari a circa 120 milioni di euro alla data di consegna). La struttura, alta 9 piani per 55.000 m², è stata costruita negli spazi adiacenti alla vecchia ed è ben visibile da tutto il lago sul quale sorge, grazie a sistemi di illuminazione innovativi e originali, dalla colorazione rossa. Appena inaugurato, la critica ha definito la nuova sede un “ecomostro” per l’imponente cubatura spigolosa, nonostante la firma illustre[4].

Nel maggio del 2017 il maestoso palazzo ha festeggiato i suoi primi 10 anni[5]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ italiapiu.net, Campione il casinò più grande d’Europa http://www.italiapiu.net/campione-il-casino-piu-grande-deuropa-e-nellexclave-polo-turistico-di-livello-internazionale-e-centro-ricco-di-arte-e-bellezza/=A Campione il casinò più grande d’Europa. URL consultato il 4 settembre 2017.
  2. ^ ansa.it, Campione d’Italia compie 80 anni e fa festa http://www.ansa.it/web/notizie/canali/inviaggio/news/2013/04/10/Casino-Campione-Italia-compie-80-anni-fa-festa-_8528238.html=Casinò Campione d’Italia compie 80 anni e fa festa. URL consultato il 4 settembre 2017.
  3. ^ ilgiornale.it, Savoiagate? Una bufala. Vittiorio Emanuele assolto http://www.ilgiornale.it/news/savoiagate-bufala-vittorio-emanuele-assolto.html=Il Savoiagate? Una bufala. Vittiorio Emanuele assolto. URL consultato il 4 settembre 2017.
  4. ^ Quando l'architettura trasforma le città - ma anche «Troppi ecomostri con firme illustri», su www.architettiroma.it. URL consultato il 25 marzo 2016.
  5. ^ ilgiorno.it, a tutto Pop per i 10 anni del nuovo Casinò http://www.ilgiorno.it/como/cronaca/festa-casino-campione-1.3114040=Festa a tutto Pop per i 10 anni del nuovo Casinò. URL consultato il 4 settembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia