Carte toscane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esempi di carte toscane: si noti lo stile dei semi, simile a quelli francesi, e le figure intere dal disegno molto curato

Le carte toscane sono un tipo di carte da gioco regionali diffuse in Toscana. Il mazzo è costituito da quaranta carte dei classici quattro semi francesi: picche, cuori, fiori e quadri (detti in Toscana mattoni). Le carte comprendono i valori di Asso, 2, 3, 4, 5, 6, 7, gobbo (o fante), donna e regio (o re).

In alcuni giochi (e.g. scopa) la donna precede il gobbo nella sequenza ascendente (la donna vale quindi 8 e il gobbo 9).

Le carte "toscane" presentano figure molto curate ed intere, contornate da una sottile linea. La loro dimensione standard è di 88x58 mm. Il regio si distingue dal gobbo poiché il primo ha sempre in testa la corona.

I giochi tradizionali italiani maggiormente giocati con questo tipo di carte sono briscola, scopa, tressette, rubamazzo, sette e mezzo e altri giochi affini.

Simili alle "toscane" sono le carte fiorentine, praticamente uguali alle toscane ma di grandezza maggiore: 101x67 mm.

Le carte fiorentine e le toscane vecchie[modifica | modifica wikitesto]

Fino alla metà del XX secolo in Toscana erano diffusi entrambi i mazzi: rispetto a quelle "toscane", le "fiorentine", diffuse nell'area di Firenze, presentavano una dimensione maggiore ed un dettaglio delle figure più curato. A partire dagli anni sessanta, però, la pubblicazione delle carte toscane lentamente cessò, e queste carte furono sostituite dalle "fiorentine".[1]

Le nuove carte, che riprendevano le figure delle "fiorentine", furono emesse nelle 2 dimensioni, 101x67 e 88x58 mm: queste ultime vennero messe in commercio con la denominazione di "toscane". Per differenziare le "toscane" originali, queste iniziarono ad essere indicate come "toscane vecchie"[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana