Carlo Cherubini (artista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Carlo Cherubini (Ancona, 1897Venezia, 1978) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Adelia Certoni e del pittore Giuseppe Cherubini (morto nel 1960), del quale ebbe a fare alcuni ritratti. Ebbe, dal matrimonio con una donna francese Marie rose catalan, due figli, Claudia nel 1933 e Giancarlo nel 1943.

Pittore di riconosciute qualità artistiche[detto da chi?], partecipò a Venezia (città nella quale si era trasferito con tutta la famiglia) prima all'ottava mostra collettiva di Ca' Pesaro (1913) e poi l'anno seguente alla Biennale di Venezia.

Carlo Cherubini, nelle opere prodotte dal 1911 al 1920 si firmava "Car Cher".

Prese parte ancora alla Biennale nel 1922, nel 1924 e nel 1926. Fu a Parigi nel 1927, dove decorò il Lido des Camps Elysées. Nel 1929 presso la Galerie de la Renaissance della capitale francese venne organizzata una sua personale. Nel 1930 ricevette la Mention Honorable e nel 1932 la Medaille d'Argent.

Nel 1933 fu a New York, dove dipinse per il Lido Club di Long Island.

Nel 1937 espose a Pittsburgh.

Nel 1940 è a Venezia dove, tra l'altro, esegue una decorazione al ristorante Al Colombo.

Diverse le mostre a lui dedicate in tempi recenti: risale al 2012 la mostra Carlo Cherubini. Un pittore veneziano a Parigi alla Galleria Nuova Arcadia di Padova, mentre nel 2015 a Scorzè, Villa Orsini, ebbe luogo la mostra Carlo Cherubini. Un pittore veneziano a Parigi. Nel 2011 venne pubblicato un catalogo delle sue opere, dal titolo Carlo Cherubini a cura di Guido Moro e Michele Rovoletto. In Pittori veneti del '900, Michele Barbon considera Cherubini tra quei pittori che hanno attinto dalla lezione della scuola di Ca' Pesaro e Burano, insieme a Nemo Mori, Marco Novati, Fioravante Seibezzi e Luigi Scarpa Croce.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pittori veneti del '900, a cura di Michele Barbon, Thiene, 2006
  • Carlo Cherubini, a cura di Guido Moro e Michele Rovoletto, con un testo critico di Lorena Gava - Antiga Edizioni, Treviso, 2011

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0003 6976 9873 · LCCN (ENno2012054993 · WorldCat Identities (ENno2012-054993