Cabile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cabile
Nome originale Καβύλη
Territorio e popolazione
Lingua greco antico
Localizzazione
Stato attuale Bulgaria Bulgaria

Cabile (in greco antico: Καβύλη) era una città dell'antica Grecia ubicata in Tracia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Strabone la situa al nord di Bisanzio, all'interno, dicendo che era la città principale della tribù degli astos.[1] La sua etimologia, secondo Polibio, era cabileno ed era situata in prossimità della regione degli astos.[2]

Demostene la cita come una città conquistata da Filippo II di Macedonia assieme a Drongilo, Mastira e altre città della Tracia.[3] Quando passò sotto il potere della Macedonia le venne dato il nome di Poneropolis, il cui significato è «città del male», visto che vi si mandavano in esilio le persone considerate indesiderabili.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strabone, VII,6,2.
  2. ^ Polibio, XIII,10,10.
  3. ^ Demostene, VIII,44; X,15.
  4. ^ Demostene, Discorso politico I, p.190, nota complementare di Antonio López Eire, Madrid: Gredos (1980), ISBN 84-249-0028-6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn83181194 · WorldCat Identities (ENn83-181194
Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia