CRS4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sede del CRS4

Centro di ricerca, sviluppo e studi superiori in Sardegna.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il CRS4 è un centro di ricerca interdisciplinare privato (Srl uninominale), fondato dalla Regione Autonoma della Sardegna nel 1990, il cui socio unico è l'agenzia regionale Sardegna ricerche[1] [2].

Il Centro promuove lo studio, lo sviluppo e l'applicazione di soluzioni innovative a problemi provenienti da ambienti naturali, sociali e industriali. Tali sviluppi e soluzioni si basano principalmente sulla Scienza e Tecnologia dell'Informazione e sul Calcolo Digitale ad alte prestazioni. L'obiettivo principale del Cento è l'Innovazione.

Dal 2003 il CRS4 è situato nel Parco Scientifico e Tecnologico (Polaris), luogo di attrazione per la ricerca high-tech, nel Comune di Pula, a circa 40 km da Cagliari.

Il Centro, inizialmente guidato dal Premio Nobel per la Fisica Carlo Rubbia (1990 - 1999), ha avuto i seguenti Presidenti: Nicola Cabibbo (2000 - 2003), Carlo Rubbia (2003 - 2006), Paolo Zanella (2006 - 2014), Luigi Filippini (2014).

Il CRS4, nella sua storia, si è distinto per alcuni primati connessi a Internet: ha realizzato nell'Agosto 1993 il primo sito web italiano (www.crs4.it), ha contribuito a creare nel 1994 il primo quotidiano su web europeo (L'Unione sarda) e uno dei primi Internet Service Provider (Video On Line).

Attualmente il Centro occupa circa 150 persone e le sue linee di attività si dividono in sei settori di ricerca e sviluppo:

Presidenti del CRS4: Carlo Rubbia dal 1990 al 1999, Nicola Cabibbo dal 2000 al 2003, Carlo Rubbia dal 2003 al 2006, Paolo Zanella dal 2006 al 2014, Luigi Filippini dal 2014 a oggi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sardegna Ricerche, Sardegna Ricerche: Società partecipate, sardegna ricerche, 2015. URL consultato il 27-02-2015.
  2. ^ Sardegna Ricerche, CRS4 srl (PDF), sardegna ricerche, 2015. URL consultato il 27-02-2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna