CRS4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Centro di ricerca, sviluppo e studi superiori in Sardegna, in acronimo CRS4, nasce il 30 novembre 1990 per volontà della Regione Autonoma della Sardegna, sia come centro di calcolo per il futuro parco scientifico e tecnologico che, più in generale, come propulsore dell'innovazione hi-tech in Sardegna.

Inizialmente presieduto dal premio Nobel per la fisica Carlo Rubbia, ha avuto come presidente il fisico Nicola Cabibbo dal 1994 al 1998 e dal 2006, attualmente in carica, il matematico e fisico Paolo Zanella.

Il CRS4, nella sua storia, si è distinto per alcuni primati connessi a Internet: ha realizzato nel settembre 1993 il primo sito web italiano (www.crs4.it), ha contribuito a creare nel 1994 il primo quotidiano su web europeo (L'Unione sarda) e uno dei primi e maggiori Internet Service Provider (Video On Line). Il CRS4 è un centro di ricerca privato (Srl uninominale) ma il socio unico è l'ente regionale Sardegna ricerche.

Nel 2013 il Centro occupa 161 persone (108 a tempo indeterminato, 32 a tempo determinato, 21 con collaborazioni a progetto) e le sue linee di attività si dividono in 4 settori di ricerca strategici:

Il CRS4 è uno dei principali centri di calcolo italiani ed è dotato della prima piattaforma in Italia dedicata alla genotipizzazione e al sequenziamento massivo del DNA e di un laboratorio di Visual Computing allo stato dell'arte.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna