CCL21

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

La CCL21 è una piccola chemochina appartenente alla famiglia delle chemochine CC. Questa chemochina è anche conosciuta come 6Cchina (per il fatto che ha sei residui conservati di cisteina anziché i quattro tipici delle chemochine), exodus-2 e chemochina secondaria del tessuto linfoide (SLC).[1][2][3]
Il gene per CCL21 è localizzato sul cromosoma umano numero 9.
Come per altre chemochine la proteina codificata da questo gene inibisce l'emopoiesi e stimola la chemiotassi. Questa proteina è chemiotattica in vitro per i timociti e le cellule T attivate, ma non per le cellule B, i macrofagi o i neutrofili. CCL21 induce i suoi effetti legandosi ad un recettore della chemochina sulla superficie cellulare, noto come CCR7.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Hedrick JA, Zlotnik A, Identification and characterization of a novel beta chemokine containing six conserved cysteines in J. Immunol., vol. 159, n. 4, agosto 1997, pp. 1589–93. PMID 9257816.
  2. ^ Hromas R, Kim CH, Klemsz M, et al., Isolation and characterization of Exodus-2, a novel C-C chemokine with a unique 37-amino acid carboxyl-terminal extension in J. Immunol., vol. 159, n. 6, settembre 1997, pp. 2554–8. PMID 9300671.
  3. ^ Nagira M, Imai T, Hieshima K, et al., Molecular cloning of a novel human CC chemokine secondary lymphoid-tissue chemokine that is a potent chemoattractant for lymphocytes and mapped to chromosome 9p13 in J. Biol. Chem., vol. 272, n. 31, agosto 1997, pp. 19518–24. PMID 9235955.
  4. ^ Yoshida R, Nagira M, Kitaura M, Imagawa N, Imai T, Yoshie O, Secondary lymphoid-tissue chemokine is a functional ligand for the CC chemokine receptor CCR7 in J. Biol. Chem., vol. 273, n. 12, marzo 1998, pp. 7118–22. PMID 9507024.