Bonaventura Luchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Bonaventura Luchi (Brescia, 16 agosto 1700Padova, 4 febbraio 1785) è stato un religioso e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Zio del cardinale Michelangelo e fratello maggiore di Giovanni Ludovico, nacque a Brescia, da Barbara Alessandri e da Faustino, appartenente a una famiglia locale della piccola nobiltà che vantava di discendere dai conti di Windegg. Battezzato nella chiesa di Sant'Agata di Brescia con il nome di Simone Rocco, a quindici entrò nell'ordine dei francescani conventuali, assumendo il nome di Bonaventura.

Fece il noviziato a Milano, e nel 1716 tornò a Brescia nel convento di San Francesco. Nel 1723 diventò sacerdote, e nel 1778 fu trasferito a Padova dove fu docente presso lo Studio di Padova.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Oratio pro studiis primae philosophiae, Padova 1737;
  • Series disputationum quas Aristotelis librum XII Metaphysicorum interpretaturus, Padova 1739;
  • De nuditate protoplastorum. De serpente tentatore. Dissertationes duae habitae in Gymnasio Patavino, Padova 1754-1755

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco De Carolis, Compendio dello spinozismo. Bonaventura Luchi, Napoli 2005

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89196113 · ISNI (EN0000 0001 2142 9752 · SBN IT\ICCU\UBOV\136970 · GND (DE174165382 · BAV ADV10916600 · CERL cnp01935038