Benson Burner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Benson Burner
ArtistaGeorge Benson
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione1976
Dischi2 LP
Tracce27
GenereJazz
EtichettaColumbia Records (CG 33569)
ProduttoreJohn Hammond (originale), Stephen Bruce Weissman (riedizione)

Benson Burner è un doppio album raccolta di George Benson, pubblicato dalla Columbia Records nel 1976[1]. La raccolta contiene brani registrati nel 1966 e nel 1967.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Brani composti da George Benson, tranne dove indicato

Lato A
  1. Bayou – 3:32 (Jimmy Smith) – Registrato il 1º agosto 1966 a New York City, New York
  2. Hammond's Bossa Nova – 3:10 – Registrato il 9 febbraio 1966 a New York City, New York
  3. Willow Weep for Me – 7:27 (Ann Ronell) – Registrato il 9 febbraio 1966 a New York City, New York
  4. Clabber Biscuits – 2:28 (Edward Osmund Bland) – Registrato il 23 maggio 1967 a New York City, New York
  5. Chicken Giblets – 2:37 (M. Bland (Edward Osmund Bland)) – Registrato il 23 maggio 1967 a New York City, New York
  6. Mama Wailer – 2:36 (Lonnie Smith) – Registrato il 22 novembre 1966 a New York City, New York
Lato B
  1. Goodnight – 2:21 – Registrato il 22 novembre 1966 a New York City, New York
  2. The Man from Toledo – 2:09 – Registrato il 22 novembre 1966 a New York City, New York
  3. My Babe – 3:25 (Willie Dixon) – Registrato il 22 novembre 1966 a New York City, New York
  4. Minor Truth – 4:07 (Harold Ousley) – Registrato il 27 maggio 1966 a New York City, New York
  5. Slow Scene – 3:12 – Registrato il 6 settembre 1966 a New York City, New York
  6. Flamingo – 5:04 (Edmund Anderson, Theodor (Ted) Grouya) – Registrato il 6 settembre 1966 a New York City, New York
  7. Redwood City – 2:43 – Registrato il 10 gennaio 1966 a New York City, New York
Lato C
  1. The Cooker – 4:16 – Registrato il 19 ottobre 1966 a New York City, New York
  2. Return of the Prodigal Son – 2:33 (Harold Ousley) – Registrato il 19 ottobre 1966 a New York City, New York
  3. Push, Push – 4:38 – Registrato il 1º agosto 1966 a New York City, New York
  4. Benson's Rider – 5:30 – Registrato il 19 ottobre 1966 a New York City, New York
  5. Doin' the Thing – 2:45 – Registrato il 23 maggio 1967 a New York City, New York
  6. Bright Eyes – 2:50 (Lonnie Smith) – Registrato il 27 maggio 1966 a New York City, New York
Lato D
  1. Myna Bird Blues – 4:35 – Registrato il 9 febbraio 1966 a New York City, New York
  2. What Do You Think – 2:45 (Lonnie Smith) – Registrato il 27 maggio 1966 a New York City, New York
  3. Keep Talkin' – 2:21 (Lonnie Smith) – Registrato il 27 maggio 1966 a New York City, New York
  4. Peg-Leg Jack – 2:57 – Registrato il 10 gennaio 1966 a New York City, New York
  5. Jaguar – 2:44 – Registrato il 9 febbraio 1966 a New York City, New York
  6. Hello Birdie – 3:58 – Registrato il 15 marzo 1966 a New York City, New York
  7. Ain't That Peculiar – 2:54 (William (Smokey) Robinson, Warren Moore, Marvin Tarplin, Robert Rogers) – Registrato il 15 marzo 1966 a New York City, New York
  8. Forevermore – 4:02 – Registrato il 15 marzo 1966 a New York City, New York

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Bayou - Push Push - Jumpin' with Symphony Sid
Hammond's Bossa Nova
  • George Benson - chitarra
  • Lonnie Smith - organo
  • Ronnie Cuber - contrabbasso
  • Jimmy Lovelace - batteria
Willow Weep for Me - Myna Bird Blues - Jaguar
  • George Benson - chitarra
  • Lonnie Smith - organo
  • Ronnie Cuber - contrabbasso
  • Jimmy Lovelace - batteria
Clabber Biscuits - Chicken Giblets
Mama Wailer - My Babe
Goodnight - The Man from Toledo
  • George Benson - chitarra
  • Lonnie Smith - organo
  • Blue Mitchell - tromba
  • King Curtis - sassofono tenore elettrico
  • Ronnie Cuber - contrabbasso
  • Marion Booker - batteria
Minor Truth - Keep Talkin' - What Do You Think - Bright Eyes
Slow Scene - Flamingo
  • George Benson - chitarra
  • Lonnie Smith - organo
  • Ronnie Cuber - contrabbasso
  • Jimmy Lovelace - batteria
Redwood City - Peg Leg Jack
  • George Benson - chitarra
  • Lonnie Smith - organo
  • Ronnie Cuber - contrabbasso
  • Ray Lucas - batteria
Hello Birdie - Forevermore
  • George Benson - chitarra
  • Lonnie Smith - organo
  • Ronnie Cuber - contrabbasso
  • Jimmy Lovelace - batteria
Ain't That Peculiar
  • George Benson - chitarra
  • Lonnie Smith - organo
  • Ronnie Cuber - contrabbasso
  • Ray Lucas - batteria[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Benson Burner by George Benson, rateyourmusic.com. URL consultato l'11 luglio 2014.
  2. ^ (EN) Lonnie Smith: A Discography, dougpayne.com. URL consultato l'11 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Jazz Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz