Battaglia del Monte Pelato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La battaglia del Monte Pelato
parte della guerra civile spagnola
Data28 agosto 1936
LuogoMonte Pelato, Aragona
EsitoVittoria repubblicana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
1.980 soldati
10 pezzi d'artiglieria
690 soldati
Perdite
Sconosciute650 morti e 40 prigionieri
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia del Monte Pelato fu una battaglia della guerra civile spagnola avvenuta il 28 agosto 1936. Fu il primo impegno di un certo livello degli italiani antifascisti volontari della Colonna Italiana

Il Monte Pelato si trova in Aragona tra Huesca e Almudévar. Nell'estate del 1936 vi si rifugiarono circa 690 miliziani franchisti.

Gli aspri combattimenti, iniziati alle cinque del pomeriggio e conclusi alle nove del mattino seguente, si risolsero con la vittoria degli italiani, al costo di grandi perdite, che sequestrarono la montagna e fecero diversi prigionieri.

Tra coloro che combatterono al Monte Pelato, ci furono il socialista Carlo Rosselli, l'anarchico Camillo Berneri, Maria Zazzi, Albert O. Hirschman del POUM[1] e Leonida Mastrodicasa; il comandante della colonna, Mario Angeloni, morì nell'azione. Persero la vita: Michele Centrone; Giuseppe Zuddas; Vincenzo Perrone; Attilio Paparotto; Andrea Colliva; Fosco Falaschi.

coordinate map: 42.097267,-0505221

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jeremy Adelman, Wordly Philosopher, the Odissey of Albert O. Hirschman, Princeton University Press, 2013, p. 133