Barboncito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Barboncito

Barboncito (Canyon de Chelly, 1821Canyon de Chelly, 15 dicembre 1871) è stato un condottiero nativo americano dei navajo. Fu un capo spirituale e politico del suo popolo,[1] anche conosciuto come Hástlin Dághá ("uomo con le basette").

Era nato tra i Ma'ìì deeshgììzhìnìì (i coyote che superano le persone), un clan che viveva nei pressi del canyon di Chelly a nord-est dell'Arizona, nella contea di Apache ed era fratello di Delgadito, altro capo indiano. Fu firmatario di numerosi trattati tra gli Stati Uniti e i navajo, incluso il trattato di Doniphan del 1846, conosciuto anche trattato di Bear Spring, che fu un tentativo di stabilire la pace tra i navajo e il governo statunitense durante la Guerra Messicana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barboncito Summary, su www.BookRags.com. URL consultato il 19 febbraio 2016.
Controllo di autoritàVIAF (EN19025420 · LCCN (ENn2001033208 · WorldCat Identities (ENn2001-033208
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie