Bande di Bollinger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le bande di Bollinger si basano sulla volatilità di un titolo. La volatilità può essere vista come la deviazione standard (standard deviation) - statisticamente definita come scarto quadratico medio o radice quadrata della varianza.

Grafico giornaliero (daily) del titolo Mediobanca con le bande di Bollinger a 20 periodi con una deviazione 2.

Per calcolare le bande di Bollinger si usa dapprima una media mobile a G giorni (spesso 20) a cui viene aggiunto o sottratto il valore della deviazione standard moltiplicata per un determinato fattore F (spesso intorno a 2).

La banda superiore è quindi ottenuta aggiungendo alla media mobile F volte la deviazione standard. La banda centrale (se la si vuole visualizzare) è data dalla media mobile. La banda inferiore è calcolata sottraendo alla media mobile F volte la deviazione standard.

Una maggiore ampiezza delle bande corrisponde ad un'alta volatilità. Una minore ampiezza corrisponde viceversa a una bassa volatilità. Bande convergenti rappresentano volatilità in diminuzione. Bande divergenti rappresentano volatilità in aumento.

È possibile variare leggermente i parametri G ed F. Valori che secondo lo stesso Bollinger possono essere utilizzati sono i seguenti:

G = 20 e F = 2 Valido in generale;
G = 10 e F = 1.9 Se c'è la necessità di usare una media mobile molto corta;
G = 50 e F = 2.1 Se c'è la necessità di usare una media mobile molto lunga.

Lo stesso John Bollinger consiglia di non variare la lunghezza della Media Mobile (G) ma piuttosto di passare da barre daily a barre settimanali o mensili (per trading a lungo termine) o a barre di 1 ora o 5 minuti (per trading intraday).

Approssimativamente, dal punto di vista operativo, le bande di Bollinger danno segnali di acquisto e vendita quando si verificano le seguenti condizioni:

  • quando il grafico del prezzo esce dalla banda superiore e successivamente vi rientra, si ottiene un segnale di vendita; questo corrisponde ad un rapido aumento del prezzo e ad un successivo rallentamento o aggiustamento;
  • quando il grafico del prezzo esce dalla banda inferiore e successivamente vi rientra, si ottiene un segnale di acquisto; cioè il prezzo è calato molto velocemente fino ad arrestarsi e -probabilmente- ad invertire il trend.

In realtà le bande di Bollinger da sole possono dare falsi segnali in quanto ad esempio il grafico potrebbe uscire in basso, rientrare e continuare il trend discendente. Per questo motivo, John Bollinger consiglia di utilizzare altri indicatori, non correlati, per testare il comportamento delle bande. Quando 2 o più indicatori confermano il comportamento delle bande, allora il segnale acquista significato (sempre nei limiti della relativa validità predittiva della Analisi Tecnica).

Indicatori[modifica | modifica wikitesto]

Gli indicatori che lo stesso Bollinger consiglia di utilizzare sono i seguenti.

Percentage B o %b[modifica | modifica wikitesto]

Il %b viene calcolato come:

Il %b va confrontato con le soglie 0% e 100%.

Band Width[modifica | modifica wikitesto]

L'ampiezza delle bande viene calcolata come:

Intensità Intraday[modifica | modifica wikitesto]

Calcolata come media mobile a 21 giorni di:

Volume normalizzato[modifica | modifica wikitesto]

Calcolato come: