Banca Popolare di Bisceglie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Banca Popolare di Bisceglie
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1913
Chiusura1990 (fusa con Banca del Salento)
Sede principaleBisceglie
Bisceglie. La sede principale della Banca

La Banca Popolare di Bisceglie è stata una banca fondata a Bisceglie nel 1913 e fusa con la Banca del Salento nel 1989.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Banca Popolare di Bisceglie era un istituto di credito con sede a Bisceglie, fondato il 21 aprile del 1913 per iniziativa degli avvocati Domenico Nardi e Mauro Panunzio, insieme ad un gruppo di commercianti e di professionisti biscegliesi.
Gli azionisti fondatori furono 40 e le azioni 471. Il primo presidente fu l'avvocato Domenico Nardi ed il vicepresidente Carlo Serpieri. I primi dirigenti furono: Mauro Panunzio, Giacinto Dell'Olio e Sergio Pasquale. La prima sede era ubicata in Bisceglie sulla vecchia via per Corato (attuale via Alcide De Gasperi) nell'edificio dell'orfanotrofio Bombini.
A partire dal 1958 la banca attraversò un significativo periodo di crescita patrimoniale sotto la guida dell'ingegner Michele Dell'Olio.
La Banca Popolare di Bisceglie, oltre alle normali operazioni bancarie, sostenne l'economia locale concedendo crediti sulle nuove costruzioni di alloggi, anticipazioni ad imprese che lavoravano nel settore dei lavori pubblici, crediti ad imprese commerciali ed artigiane.
Dal 1971 la banca si trovò a fronteggiare una grave crisi finanziaria, che venne superata solo dopo il 1985.
Dopo qualche anno dalla ripresa, a partire dal 1988, il consiglio di amministrazione della Banca di Bisceglie spa venne presieduto, da Lorenzo Gorgoni, che guidò l'istituto in una travagliata fase di transizione verso la fusione[1] con la Banca del Salento, avvenuta nel 1989, e divenuta successivamente Banca “121”.
L'Istituto, che aveva filiali a Canosa di Puglia, Trani e Corato, dopo la fusione con la Banca del Salento, ha cessato d'esistere il 30 settembre 1990.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fusione fra Banca del Salento, con un patrimonio di 146 miliardi di lire, e la Banca di Bisceglie spa, con un patrimonio di 12 miliardi di lire come capitale sociale

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Cosmai, Storia di Bisceglie, Bisceglie, edizioni il Palazzuolo, 1960
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende