Comune di Sicilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Banana comune di Sicilia)
Jump to navigation Jump to search
Comune di Sicilia
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneSicilia
Dettagli
Categoriaortofrutticolo

La Comune di Sicilia[1] (nota anche come banana locale[2]) è una cultivar di banana coltivata in Sicilia[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Probabilmente la sua introduzione sull'isola è da porre tra il XV e il XVI secolo[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La specie non si differenzia sensibilmente dall'Orinoco[2] se non per le minori dimensioni dei frutti[2], e viene coltivata sul suolo siciliano assieme a quest'ultima[2]. Gli pseudofusti della "Comune di Sicilia" sono sottili (10-15 centimetri)[2] alti dai 3,5 ai 5 metri[2] con foglie che tendono a sfrangiarsi molto sotto l'azione del vento. Durante l'inverno le foglie divengono clorotiche a causa delle basse temperature[2]. La produzione di polloni è scarsa[2].

I caschi sono piccoli e irregolari[2]; il rachide floreale è allungato (da mezzo metro ad un metro[2]). Le mani sono irregolari e portano da 5 a 7 frutti (generalmente 6)[2] l'una, per un totale di 15-25 frutti sui caschi più poveri, con una media di 30-40 frutti per casco[2]. I frutti pesano in media 40-60 grammi.

A maturazione le banane presentano un colore giallo carico o giallo ocra fino al giallo rossastro[2]. La polpa del frutto è croccante, compatta, acidula, poco aromatica[2]. I frutti presentano una forma corta e stondata, con costolature smussate[2].

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene sia stata presa in considerazione l'ipotesi di avviare una coltivazione commerciale di banane in Sicilia[2] questa ipotesi è stata scartata a causa della concorrenza insostenibile con le banane d'importazione[2] e per via della bassissima produttività della banana siciliana[2]. La coltivazione è dunque limitata all'autoconsumo o al piccolissimo dettaglio su base strettamente locale[2] rappresentando il frutto una curiosità. Anche a causa di ciò c'è pochissima letteratura su questa banana[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Orto Botanico di Catania, su dipbot.unict.it. URL consultato il 27 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v Raffaele Ciferri, L'industria del Banano in Sicilia, Ministero delle Colonie - Regia Azienda Monopolio Banane - Monografia N. 1

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]