Abbazia dei Santi Giusto e Clemente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Badia dei Santi Giusto e Clemente)
Badia dei Santi Giusto e Clemente
Abbazia dei Santi Giusto e Clemente (Volterra) 7.jpg
Stato Italia Italia
Regione Toscana Toscana
Località Volterra
Religione Cattolica
Titolare Giusto e Clemente
Diocesi Volterra
Consacrazione 1034
Stile architettonico Romanico - rinascimentale
Inizio costruzione XI secolo
Completamento XII secolo

Coordinate: 43°24′57.13″N 10°51′01.69″E / 43.415869°N 10.850469°E43.415869; 10.850469

Facciata

La badia dei Santi Giusto e Clemente si trova a Volterra, in provincia di Pisa, diocesi di Volterra.

Cenno storico[modifica | modifica wikitesto]

La badia, dedicata già nel 1034 con i benedettini (poi sostituiti dai camaldolesi prima del 1113[1]) ai due santi africani Giusto e Clemente evangelizzatori della città, si presenta oggi in grave stato di dissesto (restano solo alcune porzioni della chiesa e alcuni ambienti conventuali) a causa del terremoto del 1846 e dei successivi processi franosi, causati dall'avanzare delle balze, i quali portarono all'abbandono definitivo da parte dei monaci nel 1861 e alla rovina: nel 1895 crollò l'interno della chiesa.

La chiesa[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa risale ai secoli XI e XII: ebbe pianta basilicale spartita da colonne monolitiche con capitelli a foglie stilizzate e conclusa da un'elegante abside aperta da tre monofore.

La copertura dalla chiesa era a capriate sorrette da mensole di squisita fattura: alcune di esse si possono ammirrare nel Museo diocesano di arte sacra della città.

L'attuale facciata, di epoca tardo rinascimentale, con interventi anche successivi, viene attribuita a un disegno dell'Ammannati.

Il chiostro e il refettorio[modifica | modifica wikitesto]

Il chiostro, ad arcate su pilastri, venne ricostruito nel 1576 da Giovanni Tortori da Fiesole, forse su disegno dell'Ammannati.

Nel refettorio si trovano invece alcuni affreschi del pittore fiorentino Donato Mascagni illustranti la vita di san Giusto.

Madonna col Bambino di Donato Mascagni

Opere già in loco[modifica | modifica wikitesto]

Abbiamo assistito ad una vera e propria diaspora del patrimonio artistico della Badia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. Pascquinucci - M. L. Ceccarelli Lemut - A. Furiesi, 2007, pp. 84 - 85

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Lessi (a cura di), Volterra e la Val di Cecina, collana "I Luoghi della Fede", Milano, Mondadori, 1999, pp. 68 – 69. ISBN 88-04-46773-8
  • M. Pascquinucci - M. L. Ceccarelli Lemut - A. Furiesi, Storia illustrata di Volterra, Ospedaletto (Pi), Pacini editore, 2007

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4653340-0