Ascolto dicotico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'ascolto dicotico è una tecnica di analisi delle funzioni cognitive e cerebrali utilizzata in psicologia e in neuroscienze per lo studio delle asimmetrie emisferiche, dell'attenzione e della coscienza.[1] Consiste nella presentazione in cuffia di due stimoli acustici simultanei e diversi, uno all'orecchio destro e l'altro al sinistro.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In caso di stimoli verbali (per esempio la sillaba /da/ all'orecchio destro e /ba/ al sinistro) si è osservato che i soggetti destrimani a cui viene chiesto di ripetere lo stimolo meglio percepito tendono a riportare più frequentemente quello presentato all'orecchio destro, mentre viceversa avviene per gli stimoli non verbali (per esempio toni musicali).[2][3]

Questo comportamento si ritiene riflettere sia la specializzazione emisferica cerebrale sia la struttura delle vie uditive.[4]

I due emisferi hanno competenze di elaborazione dell'informazione diverse e fra le maggiori differenze si notano proprio quelle linguistico-verbali, prevalenti nell'emisfero sinistro, e quelle musicali, prevalenti nell'emisfero destro. Si ritiene che una causa di queste differenze sia nella struttura fisica dello stimolo: negli stimoli verbali l'informazione è veicolata prevalentemente nella dimensione temporale, in quelli musicali in quella spettrale. Le reti neurali dei due emisferi avrebbero affinità specifiche per le due dimensioni.[5][6][7] Le vie uditive connettono ogni orecchio con la corteccia uditiva controlaterale e in misura minore con quella ipsilaterale. Studi di neuroimaging hanno mostrato che durante l'ascolto dicotico di stimoli con contenuto spettrale simile, la via controlaterale, oltre a essere prevalente, inibisce quella ipsilaterale. Questo fa sì che ciascuno dei due stimoli che costituiscono la coppia dicotica raggiunga solo la sua corteccia uditiva controlaterale.[8][9]

Naturalmente dopo pochi millisecondi il corpo calloso provvede a trasferire l'informazione anche all'altro emisfero. Per questa ragione sono stati testati pazienti split brain (cioè con corpo calloso reciso) in cui la lateralizzazione dell'informazione è molto più evidente. Infatti, se nei soggetti sani uno stimolo dicotico composto dalle sillabe /ta/ presentata all'orecchio sinistro e /pa/ presentata all'orecchio destro verrà riportata la sillaba /pa/ come unica percepita in una percentuale che varia fra il 60 e il 90% dei casi, nei pazienti split brain la sillaba /ta/ verrà completamente ignorata e verrà riportata la sillaba /pa/ nel 100% dei casi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brancucci A, Tommasi L, 2011, "Binaural rivalry": Dichotic listening as a tool for the investigation of the neural correlate of consciousness. Brain & Cognition 76, 218-224)
  2. ^ Brancucci A, San Martini P, 1999, Laterality in the perception of temporal cues of musical timbre. Neuropsychologia 37, 1445–1451
  3. ^ Brancucci A, San Martini P, 2003, Hemispheric asymmetries in the perception of rapid (timbral) and slow (nontimbral) amplitude fluctuations of complex tones. Neuropsychology 17, 451–457)
  4. ^ Kimura D, 1967, Functional asymmetry of the brain in dichotic listening. Cortex 3,163-168)
  5. ^ Zatorre RJ, Belin P, 2001, Spectral and temporal processing in human auditory cortex. Cerebral Cortex 11(10), 946-953
  6. ^ Brancucci A et al., 2005, Right hemisphere specialization for intensity discrimination of musical and speech sounds. Neuropsychologia 43, 1916–1923
  7. ^ Brancucci A et al., 2008, Left hemisphere specialization for duration discrimination of musical and speech sounds. Neuropsychologia 46, 2013–2019)
  8. ^ Brancucci A et al., 2004, Inhibition of auditory cortical responses to ipsilateral stimuli during dichotic listening: evidence from magnetoencephalography. European Journal of Neuroscience, 19(8), 2329–2336
  9. ^ Della Penna S et al., 2007, Lateralization of dichotic speech stimuli is based on specific auditory pathway interactions: Neuromagnetic evidence. Cerebral Cortex 17(10), 2303–2311)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kenneth Hugdahl, Handbook of dichotic listening: Theory, methods and research, Wiley, 1988, ISBN 978-0-471-91267-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]