Arete (moglie di Alcinoo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arete
Arete - Areté- Éfeso.jpg
Staua di Arete ad Efeso
Nome orig.Ἀρήτη
SessoFemmina

Arete (in greco antico Ἀρήτη) è un personaggio della mitologia greca, sposa e nipote di Alcinoo re dei Feaci e madre di Nausicaa e Laodamante[1]

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Legata ad una vicenda narrata da Omero nel libro V dell'Odissea e riguardante uno dei naufragi di Ulisse.
In terra dei Feaci Ulisse trova ospitalità e ottiene, grazie all'intermediazione di Arete verso il marito, i mezzi per riprendere il suo viaggio di ritorno a Itaca[2]
Arete è anche famosa per aver aiutato Medea[3]

Secondo Esiodo Arete sarebbe una sorella di Alcinoo[senza fonte].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Odissea 7.115-518
  2. ^ Omero, Odissea, VII, 54, 65, 142 e 233
  3. ^ Arete (In inglese)
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca