Arancio di acridina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arancio di acridina
Acridine Orange.png
Nome IUPAC
N,N,N',N'-tetrametilacridina-
3,6-diammina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C17H19N3
Massa molecolare (u) 265,35
Aspetto polvere color arancio
Numero CAS 494-38-2
Numero EINECS 200-614-0
PubChem 62344
SMILES CN(C)C1=CC2=C(C=C1)C=C3C=CC(=CC3=N2)N(C)C
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine
attenzione
Frasi H 341
Consigli P 281 [1]

L'arancio di acridina è un composto eterociclico aromatico. Viene utilizzato in citologia e istologia come colorante.

L'arancio di acridina (AO) è un fluorocromo della famiglia delle Acridine, specifico per gli acidi nucleici (DNA/RNA) definito metacromatico, ossia con due diversi spettri di emissione: l'AO a bassa concentrazione e con rapporto colorante/proteine basso si lega al DNA doppia elica ed emette fluorescenza verde attorno ai 525 nm; all'aumento del rapporto colorante/proteine, l'AO provoca condensazione dell'acido nucleico a singola elica (RNA o DNA singola elica) ed emette fluorescenza rossa attorno ai 575 nm. Questa differente sensibilità degli acidi nucleici alla condensazione indotta dall'AO è la base della differente colorazione del DNA versus RNA.

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 25.11.2013
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia