Altanius orlovi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Altanius)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Altanius
Altanius orlovi.jpg
Mandibola di Altanius orlovi
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Genere Altanius
Specie A. orlovi

L'altanio (Altanius orlovi) è un primate estinto, di incerta collocazione sistematica. Visse nell'Eocene inferiore (circa 50 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Mongolia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale è noto principalmente attraverso resti fossili incompleti di denti, mandibole e parti del cranio; la ricostruzione del suo aspetto è quindi ipotetica. Probabilmente era un animale vagamente simile a un tarsio, dal muso più allungato; doveva pesare circa 10-30 grammi. La dentatura di Altanius era piuttosto particolare, dalle caratteristiche miste. I molari, piuttosto corti, erano dotati di piccoli trigonidi alti e di premolari particolarmente sviluppati in altezza. Altanius assomigliava agli omomiidi nella mandibola priva di sinfisi (la parte terminale fusa tra i due rami mandibolari), nei molari inferiori dai paraconidi ridotti e nella generale brevità dei molari. In altre caratteristiche, tuttavia, ricordava i carpolestidi, un gruppo di mammiferi vicini all'origine dei primati, dotati di molari alti e crestati: come i carpolestidi, Altanius possedeva quattro premolari, di cui il secondo a doppia radice, un canino e un ultimo molare non ridotti. La dentatura era anche piuttosto simile a quella degli adapidi primitivi come Donrussellia e Cantius.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Descritto per la prima volta nel 1977 sulla base di fossili ritrovati in Mongolia in terreni dell'Eocene inferiore, Altanius orlovi è stato variamente attribuito agli adapidi o agli omomiidi. In ogni caso, alcune caratteristiche dentarie (le cuspidi linguali alte e i talonidi corti, la struttura della parte distale dei molari inferiori) sono tratti troppo derivati per essere appartenuti a un omomide arcaico (Gingerich et al., 1991).

Altanius è comunque un taxon importante nella storia dei primati fossili, perché è stato uno dei primi primati fossili eocenici rinvenuti in Asia, e indica che le radiazioni evolutive degli antichi primati non erano confinate al Nordamerica e all'Europa. Altanius, con un misto di caratteri (alcuni estremamente primitivi, altri molto specializzati), non è chiaramente attribuibile a nessun gruppo tassonomico. Probabilmente era un membro di un ramo evolutivo sviluppatosi appena prima o dopo la separazione adapidi/omomiidi (Fleagle, 1999).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • D. Dashzeveg and M. C. McKenna. 1977. Tarsioid primate from the Early Tertiary of the Mongolian People’s Republic. Acta Palaeontologica Polonica 22(2):119-137
  • Gingerich, P. D.; Dashzeveg, D.; Russell, D. E. (1991). "Dentition and systematic relationships of Altanius orlovi (Mammalia, Primates) from the early Eocene of Mongolia" (PDF). Geobios. 24 (5): 637. doi:10.1016/0016-6995(91)80029-Y.
  • Fleagle, J. G. (1999). Primate adaptation and evolution. Academic Press. ISBN 0-12-260341-9.
  • M. T. Silcox, J. I. Bloch, D. M. Boyer and P. Houde. 2010. Cranial anatomy of Paleocene and Eocene Labidolemur kayi (Mammalia: Apatotheria), and the relationships of the Apatemyidae to other mammals. Zoological Journal of the Linnean Society 160:773-825