Alison Hell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alison Hell
Artista Annihilator
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1989
Durata 5:01
Genere Thrash metal
Progressive metal
Etichetta Roadrunner Records
Annihilator - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
(1990)

Alison Hell è la seconda traccia ed il primo singolo dall'album Alice in Hell, disco di debutto del gruppo thrash metal canadese degli Annihilator, e, in generale, il loro primo singolo ed una delle loro canzoni più famose, che suonano in tutti i concerti.

Brano[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è spesso accompagnata in concerto dalla prima traccia dell'album, una intro acustica di nemmeno due minuti intitolata Crystal Ann, composta da Jeff Waters, chitarrista, fondatore e unico membro fisso della band. In generale la canzone è molto cupa, anche perché è basata su una storia vera di una bambina chiamata Alice la quale ha avuto degli incubi riguardanti mostri e uomini neri e che non sapeva perché era tormentata da questi sogni, e cominciò a dirlo ai suoi genitori, che non la consideravano. Dopo un po' di tempo, la bambina è diventata clinicamente matta ed è stata messa in un manicomio. Sfruttando il nome della bambina, il gruppo canadese ha messo nel titolo dell'album una parodia del famoso libro di Lewis Carroll, Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie. Il ritornello della canzone stato però storpiato, trasformando 'Alice in Hell' in 'Alison Hell', che non vuol dire nulla poiché la parola 'alison' non esiste in lingua inglese. Per la canzone è stato girato un video nel quale da una parte si vede la band che suona e dall'altra immagini di Alice, incupita dai suoi sogni, che scende le scale con aria incupita e vede i suoi incubi prendere vita. La canzone è stata composta da Waters insieme al primo cantante della band, John Bates, ma è stata suonata con Randy Rampage al microfono.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica