Al Deir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Al Deir
Petra Jordan BW 36.JPG
CiviltàNabatei
Utilizzotomba
EpocaI secolo a.C.
Localizzazione
StatoGiordania Giordania
CittàPetra
Amministrazione
PatrimonioPetra
Visitabilesi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 30°20′17.62″N 35°25′51.34″E / 30.338228°N 35.430927°E30.338228; 35.430927

Al Deir (dall'arabe al-Deir, «il monastero ») è uno degli edifici più noti e più grandi dell'antica città di Petra in Giordania. È molto simile al Khazneh, anche se la sua facciata è meno ornata.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il monumento è ipogeo, la sua facciata è larga 45 metri e alta 42 metri. È una tomba o un edificio che sembra legato a un rito funerario[1], probabilmente quello del re nabateo Obodas I divinizzato[1] che ha accederà al trono nel 96 a.C.

Un'imponente urna funeraria alta 9 metri[1] è alla sua sommità ed è accessibile da una scala.

Successivamente, l'edificio sarà riutilizzato dai cristiani come monastero, dandogli il nome attuale[2].

L'interno è composto da una grande stanza nella parte inferiore della quale vi è un podio accessibile da una piccola scala.

L'arrivo di fronte al monumento avviene tramite un sentiero con scale di 800 gradini scavate nella roccia.[2]

Questo monumento è protetto poiché dal 6 dicembre 1985, il sito di Petra è iscritto nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Il sito è apparso nel film Transformers - La vendetta del caduto (2009)[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Christian Augé et Jean-Marie Dentzer, Pétra, la cité des caravanes, Gallimard, 1999
  2. ^ a b (FR) Jean Savaton, © Clio la Muse - Pétra, el Deir, su www.cliolamuse.com. URL consultato il 22 luglio 2018.
  3. ^ Transformers: Revenge of the Fallen"

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Christian Augé et Jean-Marie Dentzer, Pétra, la cité des caravanes, Paris, Gallimard, coll. « Découvertes Gallimard / Archéologie » (no 372), avril 1999 (réimpr. 2001, 2004, 2006), 96 p. (ISBN 2-07-053428-6)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia