Aerobiologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'aerobiologia è una nuova scienza multidisciplinare che studia le particelle organiche, come batteri, spore fungine, piccoli insetti, granuli di polline e virus presenti in atmosfera, le fonti che le producono, le modalità con cui queste vengono trasportate dall'aria, i loro effetti sull'ambiente sia in ambienti chiusi che all'aperto.[1]

L'aerobiologia è una scienza in pieno sviluppo, che interagisce con molte altre scienze come l'ingegneria e la meteorologia.

La prima scoperta di alghe disperse nell'aria ebbe luogo in Germania nel 1910.[2]

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Un'importante applicazione medica di aerobiologia è lo studio della trasmissione di malattie attraverso l'aria. Molti batteri, virus e funghi sono noti per essere trasportati dall'aria, all'interno di goccioline. Gli aerobiologi misurano e segnalano la presenza di pollini e spore fungine nell'aria, al fine di offrire delle informazioni utili per coloro che soffrono di patologie allergiche.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Spotlight on: Aerobiology, su www.rsb.org.uk. URL consultato il 28 marzo 2020.
  2. ^ Guadalupe Roy-Ocotla e Jorge Carrera, Aeroalgae: Responses to some aerobiological questions, in Grana, vol. 32, n. 1, 1º gennaio 1993, pp. 48–56, DOI:10.1080/00173139309436419. URL consultato il 28 marzo 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia