Adonai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Adonai (in ebraico אֲדֹנָי ascolta[?·info]) ha il significato di Signore, e generalmente nella cultura ebraica indica il Signore, il Dio della Bibbia, ed è anzi uno dei più diffusi fra i nomi di Dio nella Bibbia. Per gli ebrei è il modo in cui viene sostituito il tetragramma divino YHWH, che era proibito pronunciare. Nelle preghiere, gli israeliti usano altresì il sinonimo HaShem ("il Nome").

Allorché nella tradizione masoretica (a partire dal VII-XI secolo d.C.) si aggiunsero le vocali al puro scheletro consonantico con cui le culture semitiche scrivono i loro idiomi, furono date alla parola YHWH le stesse vocali di Adonai, per ricordare al lettore di pronunciare al suo posto la parola Adonai.

I traduttori sefarditi della Bibbia di Ferrara andarono anche oltre e sostituirono alla parola Adonai una semplice "A" puntuata.

Letteralmente, in ebraico, Adonai significa "Mio Signore" (abbreviato è Adoni, simile al greco Adonis, che rendeva il termine fenicio usato per la divinità chiamata Tammuz) ma al plurale (come d'altronde E-lohim, che significa "dèi"). Più esattamente, adonai è lo stato costrutto del plurale adonim "signori" cioè"signori-di-me" mentre adonì è lo stato costrutto del singolare cioè "signore-di-me".

Il termine compare nell'Antico Testamento 439 volte. Il suo corrispondente greco è Κύριος (Kýrios o Kǘrios).

Dall'epoca ellenistica questo nome divino compare nei libri della Qabbalah e su amuleti, e infine serve come parola di riconoscimento nei gradi scozzesi della Massoneria.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]