Adolf Ribbing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adolf Ludvig Ribbing

Adolf Ludvig Ribbing (Stoccolma, 10 gennaio 1765Parigi, 1º aprile 1843) è stato un militare svedese.

Prese parte alla congiura orchestrata da Jacob Johan Anckarström per assassinare il re Gustavo III. Dopo l'omicidio del sovrano fu condannato a morte e alla perdita di tutti i propri beni e titoli nobiliari. Gli fu risparmiata la vita ma fu privato del titolo nobiliare e costretto all'esilio perpetuo. Nel 1799 si sposò con Adèle Billard d'Aubigny [1]. Joseph François e Louis-Gabriel Michaud, autori della Biographie universelle, riferiscono che subito dopo l'esilio fu accolto a Coppet da Madame de Staël, e che poco tempo dopo contrasse matrimonio in Svizzera [2].

Durante la sua frequentazione con Madame de Staël, di cui fu amante, venne in contatto con personaggi di rilievo quali Mathieu de Montmorency e Benjamin Constant [3]. La stessa fonte riporta che durante l'esilio Ribbing assunse il nome di Van Leuven e che, una volta giunto a Parigi, frequentò i salotti delle dame più in vista dell'epoca, quali Madame Tallien e Madame de Beauharnais, che lo soprannominarono le beau régicide (il bel regicida). Nel 1819 fu uno dei redattori del giornale Vrai Libèrale pubblicato a Bruxelles. Ritornato in Francia si occupò di tradurre pubblicazioni inglesi per il giornale Le Courrier Français [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN6086505 · LCCN: (ENn2006079590
Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia