Vexata quaestio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vexata quaestio è una locuzione latina[1] dal significato letterale: "questione frusta" ovvero "usata ed abusata", "questione già ampiamente discussa" su cui ogni cosa è stata detta. Si può sottintendere che la soluzione, o la "risoluzione" della "questione" non si sia trovata e che non la si troverà neanche in futuro perché tutti gli argomenti sviluppati si avviluppano in discorsi inconcludenti, e quindi non risolutivi, in quanto affrontabili da punti di vista diversi e non conciliabili.[1][2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b vexata quaestio ‹... ku̯èstio› locuz. lat. su Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 9 marzo 2015.
  2. ^ vexata quaestio - loc. s.f. inv. su Dizionari.Repubblica.it - Dizionario di italiano dalla A alla Z, la Repubblica. URL consultato il 9 marzo 2015.
  3. ^ vexata quaestio - n.f. su GarzantiLinguistica.it - Vocabolario online Italiano Inglese, Garzanti Editore. URL consultato il 9 marzo 2015.
Lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lingua latina