Touché

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'altra grafia, vedi Touche.
Rievocazione di un duello all'antica

Touché, participio passato del verbo toucher[1], ovvero "toccato", è un'espressione francese usata da principio nella scherma: è pronunciata dallo schermitore colpito per riconoscere all'avversario l'esattezza della "stoccata" da quest'ultimo eseguita. Anche un arbitro può dichiarare il touché, sempre per confermare il colpo correttamente portato[2].

Uso cavalleresco[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Duello.

L'espressione trae verosimilmente origine dai duelli al "primo sangue" (relativamente frequenti nel XVIII secolo): in tale contesto era sufficiente toccare il rivale con la punta della spada per conseguire la vittoria. Chi accusava il colpo, proferiva il "touché" ammettendo la sconfitta e ponendo termine allo scontro nello stesso istante.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Definizione di toucher. URL consultato il 22-12-2010.
  2. ^ Laddove, ravvisandone antitetici estremi, potrebbe pronunciare il pas de touche ("nessun contatto") con ovvio opposto significato.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gelli, Jacopo, Bibliografia generale della scherma con note critiche: biografiche (pubblicato nel 1890, disponibile presso la Biblioteca Pubblica di New York)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

scherma Portale Scherma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scherma