Tastiera semplificata Dvorak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Versione inglese

La tastiera semplificata Dvorak, brevettata il 12 maggio 1936 da August Dvorak, consentirebbe di scrivere più rapidamente e con meno errori. Si tratta di una alternativa alle più conosciute tastiere QWERTY ed è impostabile nativamente nella maggior parte dei sistemi operativi. Le presunte superiorità, spesso sostenute, rispetto alle tastiere QWERTY non sono state tuttavia dimostrate.[1] [2]

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

August Dvorak realizzò la sua tastiera studiando la lingua inglese e posizionando le lettere più utilizzate al centro della tastiera. Le lettere premute meno frequentemente sono state spostate all'esterno e le vocali sono state tutte spostate sulla home row (la riga centrale) a sinistra, così da consentire l'alternanza della mano sinistra con quella destra. In questo modo è stato possibile ridurre il movimento delle dita sulla tastiera, arrecando minor stress alle articolazioni e ai muscoli.

La Dvorak e l'italiano[modifica | modifica wikitesto]

Parlando dei benefici e dei metodi scientifici che sono stati usati per la creazione della disposizione dei tasti Dvorak, si dimentica spesso di citare che questa è stata studiata per la lingua inglese. Usando i metodi di scrittura a tastiera cieca, la lingua italiana trae dei benefici dalla mappatura Dvorak, ma emerge un problema per quanto riguarda la barra spazio. Infatti, il metodo di scrittura cieca prevede la ripartizione della tastiera tra le due mani, ma la barra dello spazio è l'unico tasto che può essere usato da due dita, ovvero i pollici. Per convenzione, se l'ultimo tasto premuto è stato digitato con la mano destra, lo spazio deve essere premuto col pollice sinistro e viceversa. In italiano, quasi tutte le parole finiscono per le vocali A,E,I,O le quali nella mappatura Dvorak sono da premere tutte con la mano sinistra. Quindi, tranne quando si digita un segno di punteggiatura o si scrivono parole che finiscono per quelle consonanti che sono premute con la mano destra, sarà sempre il pollice destro a digitare lo spazio, con un certo squilibrio tra l'uso delle due mani.

Record mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Barbara Blackburn è nel libro del Guinness dei primati per essere riuscita a scrivere 150 parole al minuto per 50 minuti utilizzando una tastiera Dvorak.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dvorak Layout Claimed Not Superior To QWERTY
  2. ^ (EN) [Liebowitz], Stephen E. Margolis, The Fable of the Keys in Journal of Law & Economics, XXXIII, aprile 1990. URL consultato il 15 gennaio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Layout per Windows[modifica | modifica wikitesto]