Tapso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sito archeologico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Coordinate: 35°37′33″N 11°02′42″E / 35.625833°N 11.045°E35.625833; 11.045 Tapso era un'antica città portuale, probabilmente fondata dai cartaginesi, nella regione della Bizacena, sul golfo di Gabes (nell'odierna Tunisia). Si trovava su di un braccio di terra che separava una laguna salata dal mare aperto. La località ove essa sorgeva corrisponde all'attuale Ras Dimas (11°05' E, 36°62' N), nei pressi di Bekalta).

Tapso è celebre per la battaglia che nel 46 a.C. venne combattuta intorno ad essa tra le truppe di Giulio Cesare e quelle dei seguaci di Pompeo, che vennero sconfitti.

All'epoca della cristianizzazione del Nordafrica, divenne sede vescovile. Se ne conosce solo un titolare, il vescovo Virgilio, che assisté ad un sinodo a Cartagine nel 484. Le rovine di Tapso comprendono i resti di un molo, delle fortificazioni, un anfiteatro e diverse cisterne; nei pressi si trova anche una necropoli punica.

Cartagine Portale Cartagine: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cartagine