Sindrome della spalla di Milwaukee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La sindrome della spalla di Milwaukee è una disfunzione articolare che coinvolge il cingolo scapolare. Esiste però anche una versione dell'arto inferiore, che colpisce il ginocchio.

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

Colpisce prevalentemente in età avanzata.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

La causa è da riscontrarsi ad un accumulo anomalo di cristalli di fosfato di calcio[1]. Rientra tra le artropatie da idrossiapatite, artropatie associate a depositi di cristalli di idrossiapatite; artropatie che presentano esigua componente infiammatoria.

Clinica[modifica | modifica wikitesto]

Fra i sintomi e i segni clinici ritroviamo dolore, calcificazione ed erosione che coinvolge anche la cuffia dei rotatori. Le manifestazioni peggiorano quando la persona si ritrova ad assorbire un sforzo (come un carico eccessivo) o durante la notte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antoniou J, Tsai A, Baker D, Schumacher R, Williams GR, Iannotti JP., Milwaukee shoulder: correlating possible etiologic variables in Clin Orthop Relat Res., vol. 407, febbraio 2003, pp. 79-85.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina