Prevalenza (medicina)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La prevalenza è una misura di frequenza, una formula ad uso epidemiologico mutuata dalla statistica. La prevalenza è il rapporto fra il numero di eventi sanitari rilevati in una popolazione in un definito momento (od in un breve arco temporale) e il numero degli individui della popolazione osservati nello stesso periodo. Per migliorare la leggibilità del dato si moltiplica il risultato per una costante (pari a dieci od un suo multiplo).

 \mbox{prevalenza} = 
\frac {numero\;di\;eventi\;sanitari\;osservati\;nel\;periodo}{persone\;a\;rischio\;durante\;l'arco\;dello\;stesso\;periodo} \mbox{K}

Vi è una distinzione tra prevalenza puntuale (detta anche prevalenza puntiforme, in inglese point prevalence) e prevalenza periodale (in inglese period prevalence); nella prima l'osservazione (del numero di individui malati e che possono sviluppare la malattia) è riferita ad un definito momento (ad es. al 31.12 di un anno). Nella seconda essa si riferisce ad un breve arco temporale. La necessità di distinguere le due è legata alle diverse necessità di indagine epidemiologica.

Utilità dei dati di prevalenza[modifica | modifica wikitesto]

Conoscere la prevalenza di una malattia consente di comprendere il suo impatto sulla salute pubblica, di pianificare le risorse in base alla sua prevalenza attesa e programmarle in base alla sua variazione temporale. Ad esempio conoscere la prevalenza di una malattia infettiva che richiede isolamento può consentire di programmare il numero di posti in ospedale in sezioni di isolamento e variarli nel tempo in relazione all'aumento od alla diminuzione prevista della prevalenza della malattia basati su modelli previsionali.

In nessun caso la prevalenza consente di valutare la probabilità di ammalarsi. Il concetto di stima della probabilità di ammalare è connesso all’incidenza della malattia. Infatti è necessario riferire le osservazioni alla dimensione longitudinale, cioè definire i nuovi casi della malattia in un certo intervallo temporale. La prevalenza invece si usa in studi trasversali (effettuati in un definito momento), mentre l’incidenza si usa negli studi longitudinali o di coorte che valutano dei pazienti per un arco temporale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina