Plantation of Ulster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le contee dell'Ulster (confini moderni) che furono colonizzate durante la plantation

La colonizzazione dell'Ulster (in inglese, spesso non tradotto, Plantation of Ulster; Plandáil Uladh in gaelico irlandese) fu una colonizzazione progettata che interessò la provincia settentrionale irlandese dell'Ulster a beneficio di parte della popolazione inglese e scozzese. Una prima forma privata di plantation avviata da latifondisti facoltosi avvenne già nel 1606,[1] mentre la colonizzazione ufficiale gestita e promossa da Giacomo I d'Inghilterra iniziò dal 1609. Tutti i possedimenti dei regnanti irlandesi delle potenti dinastie O'Neill ed O'Donnell, così come di coloro che li avevano in passato supportato, furono confiscate e riassegnate ai nuovi coloni. Le terre accumulate raggiungevano la ragguardevole cifra di circa mezzo milione di acri (2.000 km²) compresi nelle aree di Tyrconnell, Tyrone, Fermanagh, Cavan, Coleraine ed Armagh.[2] Gran parte dell'Antrim e del Down furono invece colonizzati privatamente.[1]

I "governatori britannici",[3] come venivano appellati i colonizzatori,[4] erano in gran maggioranza inglesi e scozzesi. Dovevano parlare inglese come requisito ed essere Protestanti[5]. I colonizzatori scozzesi erano a maggioranza Presbiteriani[3], mentre gli inglesi sostanzialmente credenti della Chiesa d'Inghilterra. La Plantation of Ulster fu la maggiore di quelle avvenute in Irlanda. Lo scopo di tale operazione fu di prevenire ogni successiva ribellione, dato che era stata l'area dell'isola irlandese che più aveva contrastato il dominio inglese nel secolo precedente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b A.T.Q. Stewart: The Narrow Ground: The Roots of Conflict in Ulster. London, Faber and Faber Ltd. New Edition, 1989. Page 38. Cyril Falls: The Birth of Ulster. London, Constable and Company Ltd. 1996. Pages 156-157. M. Perceval-Maxwell: The Scottish Migration to Ulster in the Reign of James 1. Belfast, Ulster Historical Foundation. 1999. Page 55.
  2. ^ T. A. Jackson, p. 51.
  3. ^ a b Edmund Curtis, p. 198.
  4. ^ T.W Moody & F.X. Martin, p. 190.
  5. ^ BBC History – The Plantation of Ulster – Religion