Ottobrate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La campagna romana, meta delle ottobrate

Le ottobrate (note anche come ottobrate romane) erano tradizionali gite domenicali che si svolgevano a Roma nel mese di ottobre fino ai primi decenni del XX secolo[1].

Le gite erano abitualmente svolte anche il giovedì; nelle prime ore del mattino, dai rioni cittadini partivano alcune carrettelle (trainate da cavalli bardati e adornati di sonagliere) sulle quali sedevano sette ragazze vestite a festa. La comitiva era composta, inoltre, dalla bellona, seduta accanto al carrettiere, e da uomini, parenti ed amici, che seguivano il carro a piedi.

Le abituali mete delle gite erano il monte Testaccio, le campagne intorno a ponte Milvio, le vigne poste tra Monteverde e porta San Pancrazio o fuori porta San Giovanni e porta Pia.

Le ottobrate sembrano discendere dalle feste baccanali e dionisiache degli antichi Romani, celebrazioni legate al ciclo delle stagioni[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rendina, op. cit., 831-832.
  2. ^ Rendina, op. cit., 831.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Claudio Rendina, Enciclopedia di Roma, Roma, Newton Compton Editori, 2005. ISBN 88-541-0304-7.
Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma