Ordine della Buona Speranza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ordine della Buona Speranza o Ordine del Capo di Buona Speranza
Order of Good Hope
Orde van de Goede Hoop
Orde van de Goede Hoop Zuid Afrika.jpg
Medaglia dell'Ordine della Buona Speranza
Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of South Africa.svg
Sudafrica
Tipologia Ordine cavalleresco statale
Status cessato
Istituzione 1973
Primo capo Jacobus Johannes Fouché
Cessazione 2000
Ultimo capo Thabo Mbeki
Gradi Gran Collare
Gran Croce
Grand'Ufficiale
Commendatore
Ufficiale
Membro
Ordine più alto Ordine per Servizi Meritori
Ordine più basso -
Ord.GoodHope-ribbon.gif
Nastro dell'Ordine

L'Ordine della Buona Speranza o Ordine del Capo di Buona Speranza è stato un ordine cavalleresco concesso dalla Repubblica Sudafricana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Ordine della Buona Speranza venne fondato nel 1973 dal governo repubblicano sudafricano per premiare quanti si fossero distinti per la promozione delle relazioni internazionali e per aver sensibilizzato l'interesse globale verso il Sud Africa e fu abolito nel 2000.

Il presidente Nelson Mandela aveva annunciato di voler riformare l'Ordine. Il governo sudafricano vedeva l'Ordine come una reliquia dell'apartheid, soprattutto a causa del design delle insegne giudicate troppo europeo (i raggi, i colori, l'ancora) e del motto latino dell'Ordine. Inoltre le insegne veniveno a costare al governo circa 11.000 Rand. Al suo posto è stato creato l'Ordine dei Compagni di O.R. Tambo.

Classi[modifica | modifica sorgente]

L'Ordine disponeva delle seguenti classi di benemerenza:

  • Gran Collare (fino al 1988)
  • Gran Croce
  • Grand'Ufficiale
  • Commendatore
  • Ufficiale
  • Membro (dal 1988)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale dell'Ordine della Stella del Sudafrica - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Stella del Sudafrica
— 1994[1]
Ordine della Stella del Sudafrica in Oro - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Stella del Sudafrica in Oro
— 1998[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ About Government - National Orders
  2. ^ About Government - National Orders

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]