Linguaggio di programmazione a basso livello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In informatica, per linguaggio a basso livello si intende il sottogruppo di linguaggi di programmazione orientati alla macchina, al contrario del linguaggio di programmazione ad alto livello che sono invece orientati all'utente.

Tali linguaggi utilizzano istruzioni estremamente basilari che vengono elaborate direttamente dal processore e permettono un totale accesso alle risorse della macchina. I programmi scritti con questi linguaggi non lasciano niente di sottinteso ma esplicitano ogni istruzione fino all'essenziale, di conseguenza risultano estremamente efficienti sia in termini di risorse utilizzate che di velocità di elaborazione.

Dal momento che le istruzioni sono molto semplici, per raggiungere un buon grado di astrazione è necessaria una grossa mole di istruzioni, che rendono il programma molto prolisso e di difficile comprensione per un programmatore; per questo motivo, in un programma a basso livello è molto più difficile effettuare i controlli sugli errori (debug) e la manutenzione del codice.

Un esempio di linguaggio a basso livello è l'assembly.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]