Labirinto di siepi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Labirinto di Traquair, in Scozia.

Il labirinto di siepi è un labirinto creato in un giardino con pareti costituite da siepi potate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Labirinto di Versailles. Di Charles Perrault con incisioni di Leclerc e colorato da Jacques Bailly, tardo XVII secolo circa

Il labirinto di siepi nasce in Europa nel tardo rinascimento, evolvendosi dai giardini all'italiana, ma negando di questi la ricerca classicista all'armonia e all'ordine perfetto. I primi labirinti di siepi furono realizzati intorno al '500 e la maggior parte di essi furono creati tra il sedicesimo e il diciottesimo secolo[1].

Labirinto di Versailles[modifica | modifica sorgente]

Il labirinto di Versailles era un grande labirinto di siepi che fu costruito nel giardino della reggia reale di Versailles per il re di Francia Luigi XIV nel 1677 e quindi distrutto nel 1778. Era decorato con trentanove fontane con gruppi scultorei raffiguranti soggetti tratti dalle favole di Esopo

Storia contemporanea[modifica | modifica sorgente]

Negli ultimi decenni, sono stati realizzati molti nuovi labirinti di siepi come attrazione per alcuni parchi divertimento, o per giardini e parchi storici. Nelle fattorie del nord America è nata la pratica di creare labirinti anche all'interno dei campi di cereali per attirare turisti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Craig M. Wright, The maze and the warrior: symbols in architecture, theology and music, Il presidente e gli studenti dell'Harvard College, 2001.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]