John Ball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il John Ball autore de l'Ispettore Tibbs, vedi John Ball (scrittore).
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il John Ball matematico, vedi John M. Ball.
John Ball

John Ball (Dublino, 20 agosto 1818Londra, 21 ottobre 1889) è stato un politico, naturalista e alpinista irlandese.

Vita[modifica | modifica sorgente]

John Ball nacque a Dublino nel 1818. Figlio maggiore di un giudice irlandese, Nicholas Ball, frequentò prima il collegio cattolico di Oscott (Birmingham) per completare poi la sua educazione al Christ's College di Cambridge. Sin dai primi anni della sua formazione, Ball dimostrò una spiccata predisposizione per le scienze naturali e, in particolare, per la botanica. Lasciata Cambridge, viaggiò a lungo in Svizzera e in tutta Europa, approfondendo la sua conoscenza delle scienze naturali e scrivendo trattati di botanica e articoli sui ghiacciai svizzeri per periodici scientifici. Nel 1846 divenne "commissario assistente" della Poor Law Commission, organismo retto da tre "commissari" e istituito nel 1834 dal Poor Law Amendment Act che modificò il sistema inglese di assistenza ai poveri e che, abolendo i sussidi statali, contribuì a creare un mercato del lavoro concorrenziale, terreno fertile per la diffusione di un'economia capitalistica. I "commissari assistenti" erano responsabili delle ispezioni locali. Ball lascò incarico nel 1847 e nel 1848 si candidò per il parlamento nella contea di Sligo, senza però essere eletto. Nel 1849 fu nominato commissario della Poor Law Commission, incarico che lasciò nel 1852 per candidarsi nuovamente nella contea di Carlow. Questa volta Ball venne eletto e alla Camera dei Comuni attirò l'attenzione di Lord Palmerston che nel 1855 lo nominò sottosegretario per le colonie, incarico che ricoprì per due anni. L'incarico gli permise di esercitare grande influenza nel sostegno degli studi di scienze naturali, contribuendo a spedizioni in Canada e sostenendo gli sforzi di Sir W. Hooker per raggiungere una conoscenza sistematica della flora coloniale. Nel 1858 si candidò nella contea di Limerick ma non fu eletto. La sconfitta segnò il ritiro di Ball dalla vita politica.
Sposò l'italiana Elisa Parolini, figlia del naturalista vicentino Alberto Parolini, morta a soli 37 anni d'età.

L'alpinista[modifica | modifica sorgente]

Abbandonata la politica, Ball si dedicò completamente ai suoi viaggi e agli studi naturalistici. Fu il primo presidente dell'Alpine Club fondato nel 1857. Oggi è ricordato soprattutto per la sua attività di alpinista e per la sua celebre Alpine Guide (Londra, 1863 - 1868), risultato delle sue innumerevoli ascensioni, dei suoi viaggi e delle sue attente osservazioni annotate in stile chiaro e scorrevole. Nel 1858 Ball decise di raccogliere in un volume annuale le relazioni dell'attività dei soci dell'Alpine Club, inventando così il primo periodico alpinistico, il celebre Peaks, Passes and Glaciers. Il primo volume fu pubblicato dall'editore Longman nel maggio del 1859. Dal 1863 le relazioni dei soci furono ospitate sull'Alpine Journal che iniziò la regolare pubblicazione, tuttora in corso.

Risale al 19 settembre 1857 la prima salita "alpinistica" nelle Dolomiti ad opera di John Ball che raggiunse l'inviolata vetta di 3.168 metri del Pelmo, attraverso quella che poi divenne "la cengia di John Ball". Ball descrisse così le Dolomiti nelle annotazioni del suo diario: "In nessun'altra parte delle Alpi si innalzano così bruscamente cime altissime e con così poca apparenza di connessione tra di loro. In nessun'altra parte vi sono contrasti così marcati offerti dalla differenza di struttura geologica come quelli che qui colpiscono il viaggiatore".

Ball viaggiò anche in Marocco (1871) e in Sud America (1882). Morì a Londra nel 1889.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gordon L. Herries Davies, ‘Ball, John (1818-1889)', Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, 2004
  • Ball, John, "Guida alle Alpi Orientali - Cap. XVI Sudtirolo e le Alpi Venete", Fondazione Giovanni Angelini, Belluno, 2007 (Titolo originale: "A Guide to the Eastern Alps" in The Alpine Guide Longmans, London, 1868). Realizzato in occasione delle celebrazioni del 150º anniversario della salita alpinistica del monte Pelmo, effettuata da Ball il 19 settembre 1857.


Ball è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da John Ball.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.

Controllo di autorità VIAF: 107533367 LCCN: no89016261