Giovanni Battista Visconti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Battista Visconti (17222 settembre 1784) è stato un archeologo italiano, conosciuto anche come Giovanni Battista Antonio Visconti.

Dopo le tragiche vicende della morte di Johann Joachim Winckelmann (1768), Visconti gli succedette alla carica di Soprintendente alle Antichità di Roma. Il suo compito principale fu quello di riorganizzare i Musei Vaticani, conferendo loro lo stampo eminentemente neoclassico che li avrebbe caratterizzati fino ai giorni nostri. Collaborò sostanzialmente all'inventarizzazione delle antiche opere scultoree del Museo Pio-Clementino.

In età matura appoggiò gli sforzi del figlio, il più noto Ennio Quirino Visconti, il quale avrebbe continuato il lavoro del padre.

Fonti[modifica | modifica sorgente]