FTA-ABS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La FTA-ABS, acronimo di Fluorescent Treponemal Antibody Absorption, è un test per la diagnosi di una malattia infettiva sistemica, la sifilide: viene utilizzato come test di conferma associato al VDRL.

La sifilide è una malattia infettiva causata dal Treponema pallidum; la diagnosi di laboratorio può essere eseguita attraverso dei test diretti e dei test indiretti (definiti anche, rispettivamente, treponemici e non treponemici)[1]: nel primo caso i test identificano il germe responsabile (per esempio attraverso il prelievo di tessuto dalle lesioni cutanee), nel secondo caso (come nei test sierologici) si identificano gli anticorpi diretti contro l'agente patogeno.

Il FTA-ABS è un test definito di conferma, poiché sono presenti spesso falsi positivi nei risultati degli esami di screening come il VDRL e il RPR (Rapid Plasma Reagin)[2]. Il test FTA-ABS è il solo ad identificare gli anticorpi specifici contro il Treponema pallidum e rimarrà positivo, anche dopo l'assunzione della terapia specifica, per tutta la vita della persona affetta.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

La Task Force americana per la prevenzione (USPSTF) raccomanda che vengano sottoposti a screening tutti gli individui a maggior rischio di contagio (in genere persone che tengono comportamenti sessuali ad alto rischio).

Avvertenze[modifica | modifica wikitesto]

Ai test di screening positivi dovrebbero far seguito i test di conferma; successivamente va impostata la terapia antibiotica adeguata e educato il paziente al controllo dei fattori di rischio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il laboratorio nella sifilide
  2. ^ Wilson, 2008, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Denise D. Wilson, Manuale di Tecniche Diagnostiche ed Esami di Laboratorio, ed. Italiana, Milano, McGraw-Hill, ottobre 2008, p. 671, ISBN 978-88-386-3950-0.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina