Elezioni generali in Uruguay del 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elezioni presidenziali in Uruguay del 2014
Stato Uruguay Uruguay
Data 26 ottobre, 30 novembre
Tabaré26022007.jpg Lacallepou.jpg
Candidati Tabaré Vázquez Luis Alberto Lacalle Pou
Partito Fronte Ampio Partito Nazionale
I turno 1.134.187
49,45 %
732.601
31,94 %
II turno 1.226.105
56,37 %
939.074
43,63 %
Presidente uscente
José Mujica (Fronte Ampio)
Left arrow.svg 2009 2019 Right arrow.svg

Le elezioni generali in Uruguay del 2014 si sono tenute il 26 ottobre (primo turno) e il 30 novembre (secondo turno) per l'elezione del Presidente e dei membri del Parlamento.

Elezioni presidenziali[modifica | modifica wikitesto]

Candidati Liste I turno II turno
Voti  % Voti  %
Tabaré Vázquez Fronte Ampio 1.134.187 49,45 1.226.105 56,53
Luis Alberto Lacalle Pou Partito Nazionale 732.601 31,94 939.074 43,37
Pedro Bordaberry Partito Colorato 305.699 13,33 - -
Pablo Mieres Partito Indipendente 73.379 3,20 - -
Gonzalo Abella Assemblea Popolare 26.869 1,17 - -
César Vega Partito Ecologista Radicale Intransigente 17.835 0,78 - -
Rafael Fernández Partito dei Lavoratori 3.218 0,14 - -
Totale 2.293.788 2.165.179

Elezioni parlamentari[modifica | modifica wikitesto]

Liste Voti  % Seggi
Fronte Ampio 1.134.187 49,45 50
Partito Nazionale 732.601 31,94 32
Partito Colorato 305.699 13,33 13
Partito Indipendente 73.379 3,20 3
Assemblea Popolare 26.869 1,17 1
Partito Ecologista Radicale Intransigente 17.835 0,78 -
Partito dei Lavoratori 3.218 0,14 -
Totale 2.293.788 99

Elezioni primarie[modifica | modifica wikitesto]

Secondo quanto prescrive la Costituzione Uruguayana i pre-candidati devono sottoporsi al giudizio degli elettori attraverso primarie (elecciones internas). Nel 2014 le elezioni interne si sono disputate la prima domenica di giugno, anziché l'ultima come di consueto, per evitare la concomitanza con i Campionati Mondiali di Calcio[1].

  • Fronte Ampio: con 247.556 voti (81.98%) l'ex presidente Tabaré Vázquez, appoggiato anche dal presidente uscente José Mujica, ha trionfato sulla senatrice Moreira che ha raccolto 53.915 voti (17.85%) .
  • Partito Nazionale: dopo una competizione combattuta Luis Alberto Lacalle Pou ha ottenuto 227.407 voti (54.38%), sconfiggendo l'iniziale favorito Larrañaga fermatosi a 189.915 voti (45.41%).[2]
  • Partito Colorato: ha visto la netta vittoria di Pedro Bordaberry con 103.142 voti (73.62%) su José Amorín Batlle che ha ottenuto solo 36.310 preferenze (25.92%)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Legge 19005 del 2012.
  2. ^ (ES) Luis Lacalle Pou venció a Larrañaga y rompió con todos los pronósticos, El Pais, 02/06/2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]