Apprendimento di ontologie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'apprendimento di ontologie consiste nell'estrazione (semi-)automatica di concetti e relazioni rilevanti a partire da una collezione di documenti o altri insiemi di dati al fine di creare un'ontologia.

L'apprendimento automatico di ontologie è un'attività che coinvolge diverse discipline. Il processo inizia estraendo termini e concetti dai testi della collezione utilizzando metodi di estrazione della terminologia. Ciò richiede l'impiego di tecniche di elaborazione del linguaggio (ad esempio, l'analisi grammaticale e sintattica). Quindi tecniche statistiche o simboliche sono utilizzate per estrarre relazioni. Per esempio, nel dominio della finanza si vogliono apprendere relazioni quali quelle che intercorrono tra banca e istituzione (una banca è-una istituzione), tra banca e prestito (una banca concede un prestito) e così via.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paul Buitelaar e Philipp Cimiano (Ed.), Ontology Learning and Population: Bridging the Gap between Text and Knowledge, Frontiers in Artificial Intelligence and Applications Series, Vol. 167, IOS Press, 2008.
  • (EN) Paul Buitelaar, Philipp Cimiano e Bernardo Magnini (Ed.), Ontology Learning from Text: Methods, Evaluation and Applications, Frontiers in Artificial Intelligence and Applications Series, Vol. 123, IOS Press, 2005.
  • (EN) Roberto Navigli e Paola Velardi, Learning Domain Ontologies from from Document Warehouses and Dedicated Web Sites in Computational Linguistics. MIT Press, 30, No. 2, 2004, pp. 151–179.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]