Antonio Di Gennaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Di Gennaro
Antonio Di Gennaro, Verona 1985-86.jpg
Di Gennaro al Verona nell'annata 1985-1986
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1992 - giocatore
Carriera
Giovanili
Fiorentina Fiorentina
Squadre di club1
1976-1980 Fiorentina Fiorentina 44 (5)
1980-1981 Perugia Perugia 24 (3)
1981-1988 Verona Verona 182 (18)
1988-1991 Bari Bari 64 (4)
1991-1992 Barletta Barletta 28 (3)
Nazionale
1977
1979
1979
1984-1986
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia Olimpica
Italia Italia
 ? (?)
0 (0)
0 (0)
15 (4)
Carriera da allenatore
2000-2001 Fiorentina Fiorentina Vice
2001 Milan Milan Vice
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 maggio 2008

Antonio Di Gennaro (Firenze, 5 ottobre 1958) è un allenatore di calcio, ex calciatore e commentatore televisivo italiano (opinionista televisivo per Mediaset Premium); club manager del Bari.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista con caratteristiche da regista, esordì a 18 anni con la Fiorentina, squadra nella quale militò dal 1976 al 1980: fra i viola Di Gennaro era anche "chiuso" da Giancarlo Antognoni, che gli impediva di fatto di giocare e quindi rimase spesso in panchina[1]. Durante il periodo fiorentino, Di Gennaro raccoglie le prime convocazioni in Nazionale per le selezioni Under-21 e Olimpica[senza fonte], senza però mai scendere in campo (aveva collezionato 12 presenze con la Nazionale Juniores).[senza fonte] Fu ceduto al Perugia. In Umbria restò una sola stagione, l'anno 1980-1981, che si concluse con la retrocessione del Perugia.

Gli anni a Verona[modifica | modifica wikitesto]

Di Gennaro in azione con la maglia degli scaligeri

L'anno successivo passò all'Hellas Verona, squadra nella quale militò dal 1981 al 1988. Sulla panchina scaligera, quell'anno, era arrivato Osvaldo Bagnoli, che portò la squadra in Serie A ed ebbe un importante influsso sulla maturazione del giocatore[1]. Dopo lo scudetto conquistato dai veneti nel 1984-1985, Di Gennaro fu convocato in Nazionale per la partita di Losanna contro la Svizzera. Quella per il match contro gli elvetici fu la prima di quindici convocazioni, che videro il centrocampista toscano segnare quattro gol. In azzurro fu convocato per i Mondiali in Messico del 1986.

Gli anni a Bari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 l'Hellas cedette, anche per problemi finanziari, quella che i tifosi consideravano una bandiera[1] e così Di Gennaro passò al Bari, restandovi fino al 1991 e diventandone capitano;[2][3] ottenne con i galletti una promozione in Serie A nel 1988-1989 e la vittoria della Coppa Mitropa nella stagione successiva. A fine carriera, nel 1991-1992, giocò una stagione nel Barletta.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000-2001 diventò secondo allenatore della Fiorentina di Fatih Terim, ma venne licenziato durante la stagione 2000-2001, dopo la crisi che portò alle dimissioni del turco. Successivamente è diventato un commentatore televisivo per SKY Sport, spesso al fianco di Maurizio Compagnoni.[4][5]

Il 17 luglio 2014 viene ufficializzata la sua nomina a club manager del Bari.[6][7]

Dalla stagione 2014/2015 diventa commentatore tecnico per Mediaset Premium.[8]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Serie Presenze Gol fatti
1976-1977 Fiorentina Fiorentina A 4 0
1977-1978 Fiorentina Fiorentina A 8 0
1978-1979 Fiorentina Fiorentina A 21 3
1979-1980 Fiorentina Fiorentina A 11 2
1980-1981 Perugia Perugia A 24 3
1981-1982 Verona Verona B 33 2
1982-1983 Verona Verona A 26 1
1983-1984 Verona Verona A 26 4
1984-1985 Verona Verona A 29 4
1985-1986 Verona Verona A 25 3
1986-1987 Verona Verona A 23 3
1987-1988 Verona Verona A 20 1
1988-1989 Bari Bari B 32 3
1989-1990 Bari Bari A 15 1
1990-1991 Bari Bari A 17 0
1991-1992 Barletta Barletta C1 28 3

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-11-1984 Losanna Svizzera Svizzera 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
8-12-1984 Pescara Italia Italia 2 – 0 Polonia Polonia Amichevole 1
5-2-1985 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 2 Italia Italia Amichevole -
13-3-1985 Atene Grecia Grecia 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
3-4-1985 Ascoli Piceno Italia Italia 2 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole -
2-6-1985 Città del Messico Messico Messico 1 – 1 Italia Italia Amichevole 1 Esce all'88'
6-6-1985 Città del Messico Italia Italia 2 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
25-9-1985 Lecce Italia Italia 1 – 2 Norvegia Norvegia Amichevole -
16-11-1985 Chorzow Polonia Polonia 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
26-3-1986 Udine Italia Italia 2 – 1 Austria Austria Amichevole 1
11-5-1986 Napoli Italia Italia 2 – 0 Cina Cina Amichevole 1
31-5-1986 Città del Messico Italia Italia 1 – 1 Bulgaria Bulgaria Mondiali 1986 - 1º Turno -
5-6-1986 Puebla Italia Italia 1 – 1 Argentina Argentina Mondiali 1986 - 1º Turno -
10-6-1986 Puebla Italia Italia 3 – 2 Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 1986 - 1º Turno -
17-6-1986 Città del Messico Francia Francia 2 – 0 Italia Italia Mondiali 1986 - Ottavi di finale - Entra al 46'
Totale Presenze 15 Reti 4

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Verona: 1981-1982
Verona: 1984-1985

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bari: 1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Profilo e statistiche su Hellastory.net
  2. ^ Paparesta-Di Gennaro, contatto: anche l'ex capitano nel progetto... TuttoBari.com (Ivan Barnabà, 1º luglio 2014) - URL consultato il 21 luglio 2014 -
  3. ^ Totò Di Gennaro: “Questo Bari diventerà grande” quotidiano di bari.it (Marco Iusco, 18 giugno 2014) - URL consultato il 21 luglio 2014 -
  4. ^ Roma-Palermo: Compagnoni-Di Gennaro per Sky Stadionews.it
  5. ^ Coppa America: La programmazione Sky Calciomercato.com
  6. ^ Bari: così «primavera» e la novità di Rossini La Gazzetta del Mezzogiorno.it (17 luglio 2014) - URL consultato il 21 luglio 2014 -
  7. ^ Manager e vecchie glorie così il Bari ricomincia dal settore giovanile la Repubblica.it (18 luglio 2014) - URL consultato il 21 luglio 2014 -
  8. ^ Colpo Mediaset Premium: arrivano Fabio Cannavaro, Tacchinardi, Di Gennaro e De Marco digital-sat.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]