Angiomixoma aggressivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Angiomixoma aggressivo
Aggressive angiomyxoma - intermed mag.jpg
Angiomixoma aggressivo in microscopia ottica
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 215.6
ICD-10 (EN) D17.5

L'angiomixoma aggressivo è un mixoma localizzato a livello dei vasi sanguigni.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

È stato descritto la prima volta nel 1983[1] seppure il termine "angiomixoma" ricorra da almeno il 1952[2].

Localizzazione[modifica | modifica sorgente]

Può essere localizzato alla vulva[3] e ad altre parti della pelvi[4].

Anatomia patologica[modifica | modifica sorgente]

È caratterizzato da una matrice mixomatosa con cellule fusate e stellate nel cui contesto si riconoscono vasi di varie dimensioni, da medi a grandi, con ialinosi perivasale.

Diagnosi differenziale[modifica | modifica sorgente]

Agevole la diagnosi differenziale con altri mixomi per la presenza dei vasi e della ialinosi. A volte sono presenti dei nuclei di lipociti intrappolati.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Adwan H, Patel B, Kamel D, Glazer G, A solitary encapsulated pelvic aggressive angiomyxoma in Ann R Coll Surg Engl, vol. 86, nº 6, novembre 2004, pp. W1–3, DOI:10.1308/14787080465, PMC 1964274, PMID 16749950.
  2. ^ Raeburn C, The histogenesis of four cases of angiomyxoma of the auricle in J. Clin. Pathol., vol. 5, nº 4, novembre 1952, pp. 339–44, DOI:10.1136/jcp.5.4.339, PMC 1023673, PMID 13011222.
  3. ^ Mandal S, Dhingra K, Roy S, Khurana N, Aggressive angiomyxoma of the vulva presenting as a pedunculated swelling in Indian J Pathol Microbiol, vol. 51, nº 2, 2008, pp. 259–60, DOI:10.4103/0377-4929.41677, PMID 18603701.
  4. ^ Mathieson A, Chandrakanth S, Yousef G, Wadden P, Aggressive angiomyxoma of the pelvis: a case report in Can J Surg, vol. 50, nº 3, giugno 2007, pp. 228–9, PMC 2384290, PMID 17568501.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Harrison, Principi di medicina interna, 16ª ed., Milano, McGraw-Hill, 2005, ISBN 88-386-2999-4.
  • Robbins & Cotran, La basi patologiche delle malattie, Milano, Elsevier Italia, 2006, ISBN 88-85675-53-0.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina